Telegram: come sfruttarlo al meglio per il tuo business – Parte 2

Nel post precedente abbiamo parlato di come funzioni Telegram, quali sono le sue caratteristiche e potenzialità, e perché un’azienda dovrebbe sfruttare Telegram per fare business.

In questo articolo, entreremo più ne vivo e ti daremo indicazioni pratiche su come aprire un canale Telegram, quali sono le best practice per un canale fatto bene. Imparerete come gestirlo al meglio e ti spiegheremo più in dettaglio come sfruttare certi tipi di funzionalità. Infine, come promuovere il tuo canale.

Come aprire un canale Telegram step-by-step

Prima di conoscere tutti i passaggi per aprire un canale Telegram, è importante che tu sappia che:

La username del canale deve contenere da minimo  5 a 32 caratteri.

Il nome del canale e la biografia non devono contenere più di 255 caratteri.

Puoi creare fino a 10 canali pubblici per account.

Il numero dei follower è illimitato.

Puoi invitare fino a 200 utenti dei tuoi contatti per unirti al tuo canale.

Puoi aggiungere massimo 50 amministratori per il tuo canale

Puoi attivare fino a 20 bots.

Puoi modificare i tuoi contenuti entro 2 giorni dalla pubblicazione.

Per eliminare un canale che ha oltre 1.000 iscritti, è necessario contattare l’assistenza utenti di Telegram

Puoi configurare un canale Telegram tramite l’app desktop o l’app mobile (per Android e iOS):

App desktop: nell’angolo in alto a sinistra, fai clic sull’icona Menu (quella a tre righe). Seleziona “Crea canale” dal menu a discesa.

App Android: apri l’elenco delle chat, fai clic sull’icona Menu e seleziona “Nuovo canale”.

App iOS: nella scheda “Chat”, fai clic sull’icona del nuovo messaggio nell’angolo in alto a destra. Seleziona “Nuovo canale”.

Analizziamo passo per passo come creare e configurare un canale Telegram tramite l’app desktop. 

Inizia facendo clic sull’icona del menu:

Seleziona “Nuovo Canale”

Si aprirà una nuova finestra. Inserisci il nome e la bio del tuo canale (vedi i limiti di carattere sopra).

Fai clic su “Crea”.

Nella finestra successiva, scegli il tipo di canale. Se vuoi che il tuo canale sia pubblico, scegli “Pubblico” e crea un link con il tuo username per il tuo canale. Se è non è disponibile devi scegliere un’altra opzione fin quando Telegram non ti dirà che è disponibile. 

Il link username è pubblico e serve per farti trovare dagli altri utenti. In questo modo apparirai nella ricerca dei contatti sotto “risultati globali”. Tieni presente che le persone che ti trovano potranno scriverti messaggi, anche se non sono in possesso del tuo numero. Se non sei sicuro, quindi, evita di creare il link-username.

A questo punto, clicca su “Crea”. 

Come passaggio successivo, puoi invitare fino a 200 persone dai tuoi contatti per invitarli a unirsi al tuo canale. Seleziona gli utenti che desideri aggiungere e fai clic su “Invita”. Puoi saltare questo passaggio se vuoi.

 

Fatto! Ora sei il proprietario di un canale Telegram.

Il prossimo passo è impostare e personalizzare il tuo canale.

Come impostare il tuo canale Telegram

Di certo i tuoi contenuti e le strategie di promozione influiranno sicuramente sulla tua base di iscritti  e sui tassi di conversione. Ma non sono gli unici aspetti che contano. Anche l’aspetto visivo del tuo canale è importante. In effetti, il design è la prima cosa a cui un potenziale iscritto presta attenzione, anche se spesso non in modo consapevole.

Gli elementi di design principali del tuo canale Telegram includono un nome, una biografia (breve descrizione) e un avatar. La tua biografia deve essere:

– concisa;

– chiara; 

– informativa.

Anche se il limite di caratteri è a 255, prova a stare dentro i 200 caratteri. In questo modo, gli utenti saranno in grado di leggere il tuo testo in modo facile e veloce. Rivela l’essenza del tuo canale e fornisci informazioni di contatto. Ad esempio, è possibile aggiungere il nome di Bot, un collegamento ai prezzi/tariffe ecc.

Per visualizzare la tua biografia, fai clic sull’icona Menu e seleziona “Visualizza informazioni sul canale”.

Quando scegli il nome per il tuo canale Telegram, usa la lingua del tuo pubblico di destinazione. Il nome deve riassumere l’essenza del tuo canale in 1-3 parole. Se hai intenzione di espandere il tuo pubblico su Telegram, ha senso inserire delle parole chiave nel tuo nome.

Per modificare il tuo nome o biografia, fai clic sull’icona Menu e seleziona “Gestisci canale”.

Il tuo avatar è il volto del tuo canale. Questa piccola immagine è fondamentale per evocare le giuste associazioni nella mente del tuo pubblico. Per un migliore riconoscimento del marchio, ti consigliamo di utilizzare il tuo logo aziendale come avatar.

 Come avrai notato, Telegram utilizza avatar rotondi. Tuttavia, non è necessario ritagliare l’immagine perché Telegram automaticamente. Devi semplicemente caricare un’immagine quadrata di 300?300 px. Assicurati che gli elementi centrali del tuo logo siano disposti al centro.

Per caricare un logo, fai clic sull’icona Menu e seleziona “Gestisci canale”. In una nuova finestra, premi l’icona della fotocamera e inserisci l’immagine che hai salvato nel tuo pc.  

In ultimo, clicca “Salva”

Congratulazioni, hai creato il tuo Canale Telegram!

Come gestire un canale Telegram

1. Amministratori

Il creatore del canale ne diventa l’amministratore per impostazione predefinita. Se hai bisogno di aiuto per gestire il tuo canale, puoi aggiungere più amministratori dalla tua base di iscritti. Puoi fornire a ciascun amministratore diritti limitati o completi per la gestione del canale. Ad esempio, puoi consentire a un amministratore di pubblicare e modificare il contenuto ma non il la possibilità di aggiungere nuovi iscritti.

Seleziona:

Impostazioni – Gestisci canale – Amministratori – Aggiungi amministratore. Dal tuo elenco di iscritti, seleziona l’utente scelto. Apparirà una nuova finestra  sullo schermo. Controlla i diritti che sei disposto a concedere al tuo amministratore.

E clicca Salva.

2. Hashtags

Gli hashtag sono un modo rapido per trovare le giuste informazioni sui social media. Per pubblicare i tuoi contenuti, assicurati di aggiungere hashtag a ciascuno dei tuoi post. Ma abbiamo due consigli intelligenti da darti:

1. evita gli hashtag composti composti da più parole. Se hai un hashtag come #marketingnewsitalia, suddividilo in hashtag più piccoli: “#marketing, #news, #italia;
2. scrivi i tuoi hashtag nella lingua del tuo pubblico di destinazione.

3. Polls

Qualche anno fa, per eseguire un sondaggio su Telegram, era necessario utilizzare un bot speciale. Ora puoi farlo facilmente in soli due clic. Premi l’icona Menu e seleziona “Crea sondaggio”. Scrivi la tua domanda e aggiungi fino a 10 opzioni. Eseguire sondaggi è una potente strategia per ottenere feedback dal pubblico. Se stai considerando la possibilità di modificare il tuo canale , assicurati di chiedere prima l’opinione dei tuoi iscritti.

4. Bots

I bot sono applicazioni di terze parti che aiutano gli utenti di Telegram a:

a) creare bellissimi post;
b) interagire con gli abbonati in modo più efficace;
c) programmare pubblicazioni;
d) tenere traccia delle metriche vitali
e) impostare avvisi e notifiche, ecc.

Può essere utile per il proprietario dell’account creare il proprio bot, che sarà utile per gli utenti. Ad esempio, per una rete di negozi di alimenti sani, non solo invierebbe offerte speciali ai follower, ma offrirebbe anche l’opportunità di vedere novità di catalogo, campagne promozionali mensili, utilizzare un buono sconto, trovare il negozio più vicino, ordinare la consegna delle merci, vedere la cronologia degli acquisti e le posizioni aperte, oppure contattare l’assistenza.

Come ad esempio, il bot di un canale di viaggi consentirebbe all’utente di ricevere notifiche sugli sconti dei biglietti aerei e sui viaggi last minute, senza attendere nuovi post sul canale.

I robot migliorano di gran lunga le funzionalità di Telegram  Dai un’occhiata ad alcuni robot popolari di Telegram:

@ControllerBot ti aiuta a creare e pubblicare post (inclusa la pubblicazione programmata). Usando questo bot, puoi anche aggiungere emoji al tuo post e visualizzare metriche analitiche
@vote è esperto nella creazione di sondaggi
– @LivegramBot risponde ai messaggi dei tuoi abbonati, crea newsletter e ti fornisce importanti statistiche
– @mrkdwnrbt ti aiuta a modificare e pianificare i tuoi contenuti

5. Formattazione

Il messenger ha due tipi di formattazione che vengono utilizzati per tutti i post. Ad esempio, è necessario contrassegnare il testo in grassetto o aggiungere un collegamento a una parola o frase. Quindi, ti verrà offerto di scegliere tra Markdown e marcatura HTML.

Ecco degli esempi di marcatura durante la creazione di post:

Suggerimento: se non hai familiarità con HTML, è meglio utilizzare Markdown. È più semplice ed intuitivo.

6. Media

Usando il bot, puoi aggiungere foto, reazioni, sondaggi o pulsanti URL al tuo post.

– Le reazioni sono una possibilità per dare un ‘mi piace’ o un ‘non mi piace’ per un post. Puoi anche reagire con una “stella”, un “fuoco” o un “broccolo”. In poche parole, il bot può aggiungere tutto ciò che desidera il proprietario del canale. Puoi aggiungere fino a 6 reazioni per votare quando crei un cosiddetto sondaggio con emoji.

– I sondaggi o voti sono classici su Telegram e non hanno alcuna differenza rispetto a quelli su altri social media. Sono costituiti da nuove domande e opzioni multiple. Di norma, possono essere aggiunti a un post con il bot Vote (@vote).

– I pulsanti URL consentono di aggiungere un collegamento chiaramente visibile a un sito Web. Ad esempio, a un blog, a un canale YouTube, a un micro sito web con commenti a un post o a una lettura estesa.

Su Telegram non ci sono commenti a cui siamo abituati, ma nel 2018 alcuni sviluppatori entusiasti hanno presentato un bot che consente di aggiungere la sezione dei commenti degli utenti al canale. Il gestore dell’account decide se i commenti sono necessari o meno, a seconda del canale.

7. Articoli lunghi

La versione mobile di Telegram è integrata automaticamente con un lettore molto funzionale per contenuti esterni. Per creare da solo un buon articolo lungo non è necessario essere un blogger. Puoi utilizzare Telegra.ph, uno strumento di modifica multiuso che consente di creare un articolo completo e condividere un collegamento diretto ad esso subito dopo la sua pubblicazione.

La maggior parte delle aziende ha il blog sul proprio sito web. Il collegamento a esso aggiunto al canale Telegram avrà un bell’aspetto anche sulla versione mobile della piattaforma e la versione desktop reindirizzerà l’utente al sito web. E questo costituisce un’ulteriore fonte di traffico.

8. Sticker

Una delle caratteristiche che fa amare Telegram sono gli sticker. La maggior parte di essi è creata da illustratori professionisti e si basano su diversi argomenti popolari. Ci sono pacchetti di adesivi con personaggi Marvel, il gatto Pusheen, Elon Musk e centinaia di personaggi diversi.

I pacchetti di sticker sono uno dei modi non tradizionali per aumentare la fidelizzazione al brand o attirare nuovi follower. È molto più facile creare sticker quando hai già una mascotte. Se non la possiedi, è un buon motivo per crearne una o creare sticker basati su immagini, foto o parole associate al tuo brand. Dovrebbero essere pertinenti, emotive e versatili: in questo caso gli utenti vorranno salvarle e condividerle con i loro amici.

Regole smart di pubblicazione contenuti

1. Non pubblicare nuovi contenuti di notte. Poiché non tutti gli utenti disabilitano le notifiche per la notte, rischi di disturbarli inavvertitamente.

2. Trova il tuo programma di pubblicazione ottimale e attieniti ad esso. Sui social media, i periodi di punta per la pubblicazione sono le 8:00, le 18:00 e le20:00. Prova a pubblicare contenuti seri al mattino e lascia i contenuti meno impegnativi per la sera.

3. Scegli la qualità piuttosto che la quantità. Ricorda che un post di alta qualità è meglio di 5 brevi pubblicazioni di poco valore.

4. Gli utenti sono più aperti a nuove informazioni nei giorni feriali piuttosto che nei fine settimana.

5. Non essere formale nel comunicare con i follower, se possibile. Il canale dovrebbe essere “vibrante” e il lettore dovrebbe essere trattato come un tuo amico. Dovrebbe esserci una personalità dietro ogni post, non un insieme di frasi formali standard.

6. Non essere tentato dalla tua voglia di “ricopiare” Instagram e contenuti da altri social su Telegram. Se il contenuto è lo stesso ovunque, l’utente non vorrà più di seguire il canale del brand sulla piattaforma di messaggistica. Una delle caratteristiche del canale Telegram di un brand sono le pubblicazioni anticipate dei contenuti. Ad esempio, puoi inviarli 1 ora prima di pubblicarli su altri social media.

7. Scopri quali utenti sono i tuoi destinatari e comprendi le loro esigenze. Non dimenticare di usare le ‘reazioni’ come strumento per ricevere feedback.

8. Non fare molti post. Se il numero di post ammonterà a decine al giorno, stancherà i tuoi follower e il canale sarà associato allo spam. Nella migliore delle ipotesi, silenzieranno le notifiche, nel peggiore dei casi non lo seguiranno più. L’eccezione riguarda i canali di vendita e i viaggi last minute, nonché i canali di notizie e media noti. Hanno lo scopo di essere i primi a informare le persone su proficue campagne promozionali e sconti sui viaggi, o rinformando di eventi importanti nel paese e nel mondo.

Come promuovere il tuo canale Telegram

Quindi, hai creato il tuo canale. I contenuti possono essere anche perfetti e interessanti, ma nessun canale Telegram può promuoversi da solo.

Fortunatamente, Telegram offre la possibilità di scambi pubblicitari. Identifica i canali che potrebbero interessare il tuo pubblico di destinazione e usali per promuovere il tuo canale. Inoltre, puoi trovare un canale della tua stessa nicchia (o simile) e concordare PR reciproche.

Cerca di ottenere una copertura stampa per il tuo canale. Ad esempio, considera la pubblicazione di un articolo “I migliori canali Telegramm sul [settore / nicchia / area di competenza]”. Assicurati di inserire il tuo canale primo o ultimo nell’elenco. In questo modo, i lettori avranno maggiori probabilità di memorizzarlo.

Puoi aumentare il numero di follower tramite altri social media e il sito web. Aggiungi l’icona di Telegram insieme alle altre sul tuo sito e comunica di tanto in tanto ai tuoi follower che il tuo canale esiste ancora.

Statistiche di Telegram

Se stai utilizzando il tuo canale per scopi commerciali, devi monitorare attentamente il suo rendimento. Per le metriche analitiche, utilizza @ChannelAnalyticsBot, Tgstat.ru o Telemetr.me. Concentrati sui seguenti dati:

1. numero di iscritti
2. numero di visualizzazioni giornaliere
3. numero di ri-post
4. numero di menzioni.

Conclusioni

Telegram è una piattaforma molto utile per la costruire, espandere e “nurturing” la tua target audience. Aziende, marchi e imprenditori stanno attivamente utilizzando i loro canali Telegram per raggiungere una serie di obiettivi: dallo sviluppo alla fidelizzazione dei clienti, al miglioramento delle performance di vendita.

Telegram offre un potente set di strumenti per creare, gestire e tracciare i tuoi post. Il nostro consiglio è di vedere Telegram come il tuo blog aziendale. Usa questo messenger per scoprire il tuo stile unico, creare fiducia nel tuo pubblico e perfezionare le tue abilità nel generare contenuti esclusivi.

Prima di concludere, ti daremo ancora alcuni suggerimenti utili e semplici:

  • Non creare il canale tanto per crearne uno.
  • Pubblica contenuti su argomenti che sono interessanti per i tuoi clienti.
  • Pubblica regolarmente.
  • Programma i tuoi post in anticipo.
  • Non pubblicare troppi contenuti e preferisci quelli di alta qualità.
  • Monitora i nuovi follower.
  • Assumi uno specialista per gestire il tuo canale.
  • Rimani aggiornato e tieni d’occhio i canali dei tuoi competitor.
  • Promuovi il tuo canale sugli altri social (Instagram, Facebook, blog aziendale)

Hai bisogno di una consulenza strategica per il tuo canale Telegram? Contattaci!

Recommended Posts