Facebook, TikTok, Twitter: le news digital della settimana

news digital settembre 2020

Settimana di fermento per alcuni dei big del mondo digital. Questa volta protagonisti insieme a Facebook, che domin ala scena da un po’ di settimane, ci sono anche TikTok, Twitter, Zoom, GotoMeeting e Webex.

Di seguito, tutte le novità in dettaglio.

Facebook abbandona il vecchio design

Ormai è deciso. Dal 1° settembre la nuova maschera grafica di FB sarà obbligatoria per tutti gli utenti e i nostalgici non potranno tornare alla versione precedente

Fino a questo momento, gli utenti che hanno scelto di testare il nuovo layout continuano ad avere la possibilità di tornare all’interfaccia classica. Una volta che il roll out sarà completato, però, questa opzione non esisterà più.

Annunciato lo scorso anno durante la conferenza F8, il nuovo design di Facebook è stato inizialmente implementato su app iOS e Android e solo dopo qualche mese è stato inserito come aggiornamento opzionale su desktop e web.

nuovo layout facebook

Ma vediamo in dettaglio come è caratterizzato il nuovo FB.

Lo sfondo resta bianco, ma quello che sparirà sarà il blu che lo ha sempre caratterizzato. Soltanto il logo di Facebook resta blu e sarà in alto a sinistra.

Non ci sarà più la barra del menu che lo ha sempre identificato. Il focus non sarà più sugli amici, saranno più centrali le storie e i gruppi. Anche le funzionalità cambiano posizione per rafforzare l’esperienza dell’utente.

Sulla barra superiore appaiono le sezioni: Pagine, Watch, Eventi, Gruppi, Marketplace, Gaming. A sinistra invece, sempre in alto ci sarà il news feed, la bacheca con tutti gli aggiornamenti degli amici.

Invece Watch metterà in evidenza i video più popolari per l’utente, ma permetterà anche di accedere a programmi e video in diretta (fra cui gli originali Facebook).

Inoltre sarà possibile attivare il dark mode con lo sfondo nero su cui risaltano i testi in bianco per non affaticare la vista di notte senza avere la lucina led blu.

Arrivano gli sfondi personalizzati su Messenger Rooms

Dopo effetti AR e ai vari filtri introdotti nel corso del tempo, Facebook sta lanciando una nuova funzionalità per personalizzare le “stanze” su Messenger e le video chat su dispositivi mobili.

messenger custom background

I background personalizzati su Rooms saranno disponibili nelle prossime settimane. Un primo roll out rriguarderà dispositivi mobili e, per il momento, non è chiaro se la feature verrà implementata su Instagram, WhatsApp e Portal.

Arriva Shop all’interno della flagship app

Dopo aver lanciato la sezione Shop ridisegnata su Instagram, Facebook ora sta portando una funzionalità simile all’interno sua app di punta.

Facebook Shop è una nuova esperienza di acquisto in-app in cui gli utenti possono sfogliare i prodotti dei loro marchi e creator preferiti.

Inoltre, la società ha anche annunciato una serie di nuovi strumenti per le aziende che gestiscono Shop su Facebook, inclusi nuovi layout, anteprima in tempo reale delle collezioni e nuovi dati per Commerce Manager.

Facebook Shop può anche integrarsi con Messenger, WhatsApp e Instagram Direct per migliorare il contatto da parte dei potenziali clienti.

GoToMeeting, Zoom e Webex debuttano su Portal

La smart working sta diventando la normalità nella nostra vita quotidiana.  Per questo motivo, su Portal Mini, Portal e Portal + saranno disponibili le integrazioni con GoToMeeting, Webex e Zoom.

Tutte le app approderanno sui dispositivi a settembre, con piani per il lancio su Portal TV per il prossimo futuro.

Come spiegato da Facebook in un annuncio della scorsa settimana:

“Sia che tu stia facendo una videochiamata one-to-one con un collega o unendo fino a 1.000 partecipanti, Portal ti aiuterà a svolgere le riunioni in maniera più semplice, dato che puoi essere libero di prendere appunti o accedere a più informazioni tramite computer”.

La Smart Camera di Portal ti terrà sempre al centro dell’inquadratura e Smart Sound ridurrà al minimo i fastidiosi rumori di fondo, indipendentemente dal numero di persone presenti a ciascuna chiamata.

TikTok e la collezione di abbigliamento in limited edition

TikTok ha voluto di celebrare la creatività della sua community. Ecco perché l’azienda ha collaborato con NTWRK e il designer Joshua Vides per creare una collezione di abbigliamento in limited edition.

@brittany.xavier

The collection drops 8/26 at 10am PST on TikTok and only avail for 24 hours! ad @ntwrk @tiktok #joshuavides #FITCHECK #NTWRK

? original sound – brittany.xavier

Ispirata dai video #FitCheck, il merchandising è stato messo in vendita per un solo giorno sull’app, su tiktok.com e su NTWRK.

Twitter: una nuova funzione  per chi riceve tanti DM

A coloro che ricevono molte richieste Twitter DM non richieste, la nuova funzione semplificherà la vita. La società ha annunciato una feaure che offrirà immediatamente più informazioni in merito alla persona che ti ha inviato la richiesta di messaggio.

In precedenza, era necessario andare sul profilo dell’utente per visualizzare ulteriori dettagli, mentre d’ora in poi saranno disponibili all’interno del DM stesso.

Anche Facebook sta testando una funzionalità simile, anche per la sezione commenti. Se verrà implementato, gli utenti saranno in grado di scoprire di più sulle persone che prendono parte alle loro stesse conversazioni pubbliche, senza dover visitare il loro profilo. Questo è particolarmente utile soprattutto per chi ha un grande seguito.

Seguici su Facebook e Linkedin per essere aggiornato ogni settimana sui temi digital!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Instagram, Facebook, Twitter e Google: le novità digital di agosto

Estate, tempo di vacanze ma non per i big del mondo digital che, anche in queste settimane di agosto hanno continuato a far parlare di se.

Vediamo in dettaglio cosa è successo.

Instagram e i post suggeriti alla fine del feed

instagram-post suggeriti-feed-aroundigital

Due anni fa, Instagram ha introdotto una notifica che consente agli utenti di sapere quando raggiungono la fine del feed, così da evitare la dipendenza da scorrimento all’infinito.

Ora, la società sta facendo un passettino indietro lanciando i post suggeriti. Si tratta di contenuti di persone che ancora non si seguono e personalizzati per interesse.

Questa mossa ha lo scopo di aumentare l’engagement e il tempo trascorso all’interno dell’app, portando gli utenti a fare scroll più a lungo sullo schermo dello smartphone.

La funzione si attiverà solo dopo essere giunti al termine del proprio feed, pertanto è probabile che questa modifica impatterà particolarmente sugli utenti che seguono un numero limitato di persone.

Facebook e la chat unificata di Instagram e Messenger

Facebook, in passato, ha dichiarato la volontà di unificare le piattaforme di messaggistica istantanea della sua famosa famiglia di app e sembra che il lancio ci sarà a breve.

Pochi giorni fa, diversi utenti hanno ricevuto una notifica all’interno dei DM di Instagram che li avvertiva di un nuovo modo per inviare i messaggi sulla piattaforma, parlando di nuove funzionalità, più reazioni emoji e la possibilità dichattare con gli amici che usano Facebook.

Con questo nuovo aggiornamento, la normale icona DM verrà sostituita dal logo di Facebook Messenger. La feature sembra essere ancora in fase di test e non si hanno ancora notizie del roll out a livello globale.

Arrivano gli eventi a pagamento su Facebook

eventi a pagameto facebook

Facebook ha lanciato gli eventi online a pagamento: un nuovo strumento volto a creare nuove opportunità di dialogo con la clientela e di monetizzazione, una soluzione flessibile per creare un evento, trovare un pubblico, addebitare l’accesso e ospitare video dal vivo.

Gli eventi online a pagamento, sono una soluzione che consente ad aziende, creator, artisti, educatori ed editori di organizzare eventi e corsi online a pagamento, trattenendo il ricavato.
Attraverso il nuovo strumento, le aziende potranno creare l’evento, promuoverlo presso i loro follower organici o attraverso annunci su Facebook e ricevere i pagamenti tramite il social e anche creare dei segmenti di audience ad hoc da chi ha seguito un evento o un corso. Gli eventi saranno trasmessi tramite Facebook Live.

Tale funzionalità è stata rilasciata in 20 Paesi, tra cui l’Italia, ed è nata per aiutare le aziende, e tutti i titolari di Pagine Business, a monetizzare sulla piattaforma.

Dato il momento molto delicato, Facebook ha dichiarato che per almeno un anno non tratterrà alcuna percentuale dalle transazioni derivanti dalla vendita di eventi online ed il 100% del guadagno andrà alle aziende e ai creators che li terranno.

Google semplifica la ricerca di lavoro, ricette e prodotti

Compiere una ricerca su Google è probabilmente una delle azioni che più facciamo nell’arco della giornata, che sia per i motivi più futili, come la data di nascita di un attore o cantante, o che sia per un’importante ricerca scolastica o per cercare nuovi annunci lavorativi, “googlare” è la prima cosa che ci viene in mente.

Grazie alle schede attività possiamo anche riprendere la ricerca da dove l’avevamo sospesa, senza essere costretti a rincominciare tutto daccapo e ora Big G per mezzo di un suo consueto post sul blog ha dichiarato la sua intenzione di concentrarsi in particolar modo su tre aree di ricerca: lavoro, ricette e acquisti online.

Alla base di questa decisione probabilmente c’è la consapevolezza di quanto queste siano le categorie di informazioni maggiormente richieste e ricercate dagli utenti, e per questo Google ha convenuto di aggiungere nuove funzionalità che vadano a semplificare i passaggi successivi alla ricerca stessa.

Lavoro

Per rimanere sempre al passo con le nuove opportunità di lavoro oppure per avere sempre a portata d’occhio le posizioni già viste o alle quale ci si è candidati, Google ha pensato di mostrare all’interno della scheda delle attività le nuove e più pertinenti offerte in base all’ultima ricerca effettuata.

Ricette

Per quanto riguarda l’aggiornamento della scheda di attività delle ricette, questo è stato pensato per far visualizzare all’utente le ricette sempre correlate alla ricerca effettuata e che sono state recentemente consultate, di cui verrà fornita anche una piccola anteprima.

Shopping

Nel momento di scelta di un prodotto da acquistare le recensioni e gli articoli in merito aiutano non poco nel processo di acquisto. Ed è così che entra in gioco Google Search che con la nuova scheda attività offre agli utenti la possibilità confrontare tutti i prodotti verso cui hanno mostrato interesse così da poter valutare e ponderare la propria decisione molto più velocemente.

In arrivo Google Search Console Insights Tool per i Content Creator

Il nuovo strumento Search Console Insights permette ai Content Creator di ottenere statistiche sempre aggiornate dedicate ai propri contenuti sul Web.

Grazie a questo tool, tutti coloro che dispongono di un blog saranno in grado di comprendere quali sono i contenuti con rendimento migliore, come si comportano i nuovi articoli e come le persone arrivano sul sito specifico di destinazione. Ma non è tutto, come per Search Console sarà possibile verificare le query principali di atterraggio e molto altro ancora.

Search Console Insights è in beta chiusa ed è disponibile solo per un numero ristretto di utenti che hanno ricevuto un’email ufficiale da parte di Google.

Arrivano i biglietti da visita in Search per i professionisti

La ricerca di personaggi famosi su Google è piuttosto semplice, poiché già in Search è possibile visualizzare una vasta gamma di informazioni verificate. Ma cosa succede se si ricerca qualcuno di sconosciuto?

Se si tratta di un professionista o un artista, è probabile che disponga di un sito Web e sia attivo sui social media. In questo caso, come  è ovvio che sia, le informazioni saranno sparse tra diversi siti Web e l’utente che effettua la ricerca dovrà perdere molto tempo per metterle insieme.

Per risolvere questo problema, Google sta lanciando una nuova funzionalità di biglietto da visita in Search. Come spiega l’azienda in un suo recente annuncio:

“La feature permette di creare un biglietto da visita virtuale, in cui i professionisti potranno mettere in evidenza il sito Web esistente, i profili social sui quali desiderano portare gli utenti e altre informazioni.”

Twitter lancia la sua nuova API ridisegnata

In arrivo una buona notizia per gli sviluppatori che utilizzano l’API di Twitter. L’API v2 della piattaforma è stata lanciata ufficialmente nei giorni scorsi, con quasi un mese di ritardo a causa dell’hacking di luglio.

La nuova API di Twitter è il più grande aggiornamento di questi ultimi 8 anni ed è stata ricostruita da zero per fornire nuove funzionalità più velocemente.

Il feedback degli sviluppatori è stato determinante nella creazione e la nuova API risulta essere più pulita e facile da utilizzare, con funzionalità quali la possibilità di specificare i campi restituiti o di recuperare più Tweet dalle conversazioni all’interno della stessa risposta. Ma non solo, la stessa offre feature molto richieste come i thread di conversazioni, i risultati dei sondaggi, i Tweet bloccati, il filtro antispam e molto altro.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità digital seguici su Facebook, Linkedin e Twitter!

 

 

 

Google, Facebook, Instagram: le novità digital della settimana

I big del mondo digital non vanno mai in vacanza. Anche la settimana appena trascorsa è stata ricca di novità per Facebook, Instagram e Google.

Scopriamole in dettaglio.

Instagram Reels: in arrivo in oltre 50 Paesi

In un precedente post abbiamo parlato di Instagram Reels, la nuova app, nota come il clone di TikTok, che permette di registrare brevi video della durata di 15 secondi, inserire musica o altre tipologie di audio e condividerli sulla piattaforma.

L’app, in fase di test da fine 2019 inizialmente solo in Brasile, sembra arriverà in oltre 50 Paesi già a partire dai primi di agosto. Un bella accelerazione che potrebbe dare un ulteriore duro colpo all’app cinese TikTok che si è già vista perdere 47 milioni di utenti indiani dopo il divieto del governo di utilizzare l’app, a causa delle tensioni al confine tra i due Paesi.

Non solo. Le recenti dichiarazioni del Segretario di Stato americano circa la valutazione di seguire l’esempio indiano nel vietare TikTok, ha spinto il colosso di Menlo Park a rivedere i piani di distribuzione e anticipare il rilascio della funzionalità, la quale potrebbe essere disponibile già dai primi di agosto.

Riuscirà Instragram Reels a oscurare TikTok?

Messenger e la condivisione schermo su Android e iOS

Il periodo del lockdown, e il conseguente lavoro da remoto, ha notevolmente aumentato l’uso di piattaforme di videoconferenza, la cui peculiarità è stata proprio quella di poter condividere lo schermo del proprio pc o telefono per riunioni più efficaci.

La novità è che, molto presto, questa possibilità arriverà anche sull’app Facebook Messenger per iOS e Android e sarà disponibile per le videochiamate one-to-one, ma anche per quelle di gruppo fino ad un massimo di otto persone.

L’annuncio è arrivato dalla Product Manager Nora Micheva in un post:

“Questa nuova funzione consentirà agli utenti di condividere qualsiasi cosa. Ricordi nella galleria fotografica, acquisti online, feed social media e molto altro ancora, così da avvicinarsi sempre di più ai propri cari anche in un momento in cui siamo tutti più lontani.”

La Micheva ha anche affermato che Facebook aggiungerà presto la possibilità di controllare chi può condividere lo schermo all’interno di Rooms.

Facebook e il possibile blocco degli annunci politici in vista delle elezioni 2020

In risposta alla diffusione di disinformazione e fake news all’interno del social network, sembra che Facebook  stia attualmente valutando un possibile divieto di advertising politico sull’intera piattaforma.

Questa decisione, potrebbe essere stata influenzata anche dal fatto che , nelle ultime settimane, la società è stata presa di mira proprio per non aver cercato di fermare notizie false e discorsi di odio politico.

Le campagne di natura politica portano un grande profitto a Facebook, che ad oggi è lo strumento preferito di diffusione delle informazioni elettorali da parte dei funzionari di governo. Basti pensare che il Presidente Donald Trump ha stanziato oltre 90 milioni di dollari per pubblicizzare la sua campagna di rielezione. In risposta, il candidato democratico Joe Biden ha speso circa 5 milioni di dollari nel corso di pochissimi giorni la scorsa settimana.

Inutile dire che un divieto riguardante gli annunci politici avrebbe un impatto enorme sul fatturato della società, ma allo stesso tempo invierà un segnale molto forte agli utenti ed inserzionisti.

Google rilascia il suo nuovo formato di annunci 3D Swirl

Dopo mesi di test, che hanno coinvolto brand internazionali come Adidas, Belvedere Vodka e Nissan, Google ha annunciato il rilascio del nuovo formato di annunci 3D Swirl a livello globale.

Swirl è una piccola rivoluzione per l’advertising online. Il formato offre agli inserzionisti una rara opportunità di mostrare i prodotti in 3D su dispositivi mobili e consentirà agli utenti di ruotare, ingrandire ed espandere l’unità pubblicitaria.

La società ha dichiarato che “gli annunci Swirl permettono ai brand di illustrare le prestazioni e le caratteristiche uniche di un prodotto. Inoltre, le aziende stanno riscuotendo un grande successo nell’utilizzo di questo nuovo formato per diversi obiettivi di campagna”.

3D Swirl è disponibile già dalla scorsa settimana per tutti i clienti Display & Video 360.

YouTube lancia la nuova dashboard di Analytics for Artists

YouTube è sempre stato un riferimento importante per le persone che desiderano ascoltare la musica. Gli artisti lo sanno fin troppo bene, non a caso molte delle superstar a livello musicale di oggi hanno iniziato a farsi conoscere proprio sulla piattaforma.

Per aiutare gli artisti musicali a vedere le performance complete, YouTube sta lanciando una nuova dashboard di Analytics for Artists, una nuova versione di Analytics che consentirà agli artisti  di vedere diverse nuove metriche, come per esempio in che modo la loro musica viene scoperta dai fan.

Hai bisogno di supporto strategico e operativo per far crescere il tuo business? Richiedi 2 ore di consulenza gratuita!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebook, Instagram, TikTok e altro: le novità della settimana

Il digital non si arresta. Settimana di fermento questa del 18 maggio da casa Facebook, in particolare con Facebook Messenger e Instagram, così come da TikTok, Google e per finire Linkedin.

Ma vediamo in dettaglio quali sono le novità.

Messenger Rooms: ora anche nei gruppi e negli eventi

Alla fine di aprile, Facebook ha lanciato Messenger Rooms: una nuova funzione di video chat, che consente ad un massimo di 50 utenti di avviare videochat senza limiti di tempo e senza necessità di un account Facebook. Ora Facebook ha esteso la funzione anche ai gruppi e agli eventi, disponibile su iOS, Android e desktop.

Gli amministratori ed i membri di un gruppo Facebook possono creare delle “Stanze” all’interno dei gruppo stesso o all’interno di eventi che stanno organizzando. Sempre con le stesse regole, cioè fino a 50 persone e senza limiti di tempo.

La cosa interessante è che a queste videochat possono partecipare anche utenti esterni a Facebook, grazie a un link può essere condiviso esternamente.

Ma, se un gruppo ha la funzione di approvazione dei post attiva, allora solo gli amministratori potranno creare una Room, a meno che questa impostazione non venga modificata. Per i gruppi in cui non è presente l’autorizzazione dei post, l’impostazione predefinita è che chiunque nel gruppo è autorizzato a creare videochat.

Facebook, inoltre, sta cominciando ad implementare la possibilità di contrassegnare un evento con il tag “online” e l’integrazione con Messenger Rooms ne faciliterà lo svolgimento. Per ora, ovviamente, si tratta di eventi online privati con un limite di 50 partecipanti.

Il nuovo sticker di Instagram per supportare le attività locali

Dopo aver lanciato gli adesivi “Io resto a casa” e “Grazie” e introdotto sticker per rendere più facile il food delivery e i buoni regalo, Instagram lancia anche un nuovo adesivo per Stories atto a supportare le piccole imprese e attività locali.

Oggi lanceremo il nuovo Sticker “Support Small Business” per la sezione Stories, così da poter aiutare gli utenti a condividere le proprie attività e negozi preferiti. Vogliamo rendere il più semplice possibile supportare le piccole attività in questo particolare momento.

Sono queste le parole di Adam Mosseri, Head of Instagram all’annuncio.

Ancora Instagram: eliminare i commenti fino a 25 contemporaneamente

Instagram, sempre più sensibile al tema anti-bullismo,  consente ora di gestire i commenti collettivi con la possibilità di  eliminare fino a 25 interazioni indesiderate alla volta.

Ancora in fase di rilascio in tutto il mondo, questa nuova funzionalità facilita e alleggerisce la gestione dei commenti negativi, e consente, tra l’altro anche di limitare più account indesiderati.

Per farlo, è necessario cliccare un commento e selezionare “Gestisci”. Questo ti permetterà di raccogliere fino a 25 interazioni da eliminare contemporaneamente.

Infine ti basterà selezionare la voce “Altre opzioni” per bloccare o limitare gli account in blocco.

Google Chrome introduce il raggruppamento delle schede

La scorsa settimana, Google ha annunciato una nuova funzione che permette di raggruppare le schede per argomenti su Chrome.

Questa soluzione consente una navigazione più smart, soprattutto per tutti coloro che hanno sempre decine di schede aperte.

Per farlo, basta fare clic con il tasto destro su una scheda, assegnare un nome e un colore personalizzato e infine, Una  trascinare altre schede nel gruppo appena creato.

Proprio come le normali schede, i gruppi vengono salvati quando chiudi e riapri Chrome.

Ecco come funzionerà:

Per il momento, la funzione sarà  implementata solo su Chrome Beta ma la società dovrebbe iniziare a distribuire il raggruppamento delle schede su Chrome desktop, Chrome OS, Windows, Mac e Linux, non appena verrà lanciata la versione aggiornata del browser.

Google Ads e la possibilità di promuovere il ritiro in negozio negli annunci

La pandemia da COVID-19 ha aumentato a dismisura gli ordini online e questo ha portato a innumerevoli ritardi nelle spedizioni. Per questa ragione, Google sta aiutando i rivenditori e gli inserzionisti a promuovere, per i consumatori locali, il ritiro in negozio.

Chi utilizza gli annunci di inventario locale potrà indicare se i prodotti che gli acquirenti stanno cercando sono disponibili per il ritiro in negozio. La nuova funzione, al momento in beta, è attiva in Australia, Austria, Brasile, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti.

Diversamente, chi non ha attiva questa funzionalità, può comunicare le opzioni di delivery e take away tramite Google My Business. Questa opzione è disponibile per tutte le aziende a livello globale e può essere aggiunta semplicemente modificando gli attributi al profilo aziendale che appare in Search e Maps.

LinkedIn lancia gli eventi virtuali per le Pagine

Anche Linkedin si sta adeguando alle necessità del momento legata agli eventi virtuali fondamentali per la socializzazione e la formazione. Per questa ragione, ha sviluppato una nuova funzionalità che consente ai brand e alle organizzazione di utilizzare Live per i propri eventi online.

Gli eventi virtuali LinkedIn possono essere promossi ai follower della propria pagina oppure è possibile creare degli inviti diretti alle connessioni di primo grado. Inoltre, le aziende possono anche scegliere di utilizzare soluzioni di targeting per le inserzioni e raggiungere un pubblico pertinente al di fuori della propria rete.

I membri della piattaforma possono trovare gli eventi virtuali pubblici attraverso la funzionalità di ricerca organica.

AR Brand Effect: un nuovo formato per gli annunci AR su TikTok

TikTok sta cercando di arricchire ulteriormente il suo strumento dedicato all’advertising, al fine di competere con concorrenti diretti quali Instagram e Snapchat. Secondo indiscrezioni, ora l’app dovrebbe lanciare un nuovo formato di annuncio AR chiamato “AR Brand Effect”.

Secondo Digiday, il nuovo formato consentirà agli inserzionisti di TikTok di aggiungere effetti visivi interattivi in grado di interagire con l’ambiente fisico che circonda gli utenti che visualizzano l’annuncio.

Il lancio globale di AR Brand Effect è previsto per il terzo trimestre del 2020.

 

Seguici per rimanere aggiornato sulle novità dal mondo digital o contattaci per un supporto strategico e operativo per il tuo business. 

 

 

 

 

 

Marketing Technology: la statistica da non perdere

Come sono andati gli ultimi anni per ogni segmento del digital marketing? Quali dati hanno tratto i player e le aziende dalle loro attività di marketing? Come si comporta l’utente? Dove si sta muovendo il mercato?  Quali le novità e tendenze?

HubSpot ha raccolto una serie di dati statistici raggruppati per ogni segmento di marketing. Sono statistiche provenienti dalle aziende statunitensi ma anche da i principali player di settore.  I dati partono dal 2016 fino al 2019, con alcune previsioni statistiche riguardanti il prossimo futuro.

Che tu sia focalizzato su SEO, content marketing, social media, video marketing, email marketing, lead generation, pubblicità, martech o vendite, leggere questi dati ti consente di rimanere aggiornato sulle tendenze di marketing e stare al passo nella gestione del tuo marketing mix, al fine di connetterti con i tuoi clienti, raggiungere i tuoi destinatari e dare un boost alle conversioni.

Oggi è la volta del Marketing Technology.

Se ti interessa, leggi anche i nostri precedenti post sulle statistiche:

SEO

Content Marketing 

Video Marketing

Social Media

Lead Generation

Marketing Technology: la statistica

La tecnologia ne marketing impatta sul modo in cui raggiungi il tuo pubblico, su come questo consuma i tuoi contenuti e su come interagisce con il tuo marchio. Le statistiche e le tendenze dei marketing technology evidenziano le modalità migliori per connettersi con la propria audience attraverso varie applicazioni, software e canali mobile.

app di messaggistica

– Il 24% degli esperti di marketing prevede di aggiungere le applicazioni di messaggistica alla propria strategia di contenuti per il prossimo anno. (HubSpot, 2018)

– 105 milioni di persone usano Facebook Messenger mensilmente. (Statitsa, 2018)

– Entro il 2021, si prevede che 2,48 miliardi di persone disporranno di app di messaggistica. (Statitsa, 2018)

– Il 17% degli utenti elimina le app perché non sono utili e un altro 17% le elimina perché occupano troppo spazio di archiviazione. (Marketing Sherpa, 2017)

– L’app di messaggistica mobile più popolare a livello globale a partire da luglio 2018 è WhatsApp. (Statitsa, 2018)

– Facebook possiede le due app di messaggistica più famose al mondo: Facebook e WhatsApp. (Statitsa, 2018)

– Nel 2020, le entrate medie delle app di messaggistica dovrebbero superare i $15 per utente. (Mediakix, 2019)

– Nel 2020, le entrate medie delle app di messaggistica per utente dovrebbero essere guidate dai chatbot. (Mediakix, 2019)

– È stato dimostrato che le app di messaggistica hanno circa il 20% in più di utenti attivi mensili rispetto ai social network. (Mediakix, 2019)

– Il 20% dei consumatori che utilizza app di messaggistica afferma di utilizzare due app di messaggistica in totale e il 16% di questi consumatori afferma di utilizzarne tre o più. (Mediakix, 2019)

– Entro il 2020, si prevede che le entrate medie delle app di messaggistica superino i $15 per utente, trainate principalmente dai chatbot. (Media Kix, 2017)

– La maggior parte dei Millennial che hanno interagito con i chatbot di un’azienda, afferma che il bot ha influenzato positivamente la loro percezione dell’azienda. (Mediakix, 2019)

Mobile

– Il 48% degli utenti ha iniziato a cercare un prodotto acquistato, prima sul cellulare. (Google, 2018)

– Un’esperienza mobile positiva con un marchio renderà l’89% delle persone più propensa a raccomandare quel marchio. (Maggiore visibilità, 2019)

– I tassi di conversione medi su dispositivi mobili sono aumentati del 64% negli ultimi due anni. (Higher Visibility, 2019)

– L’89% delle persone utilizza le app su smartphone , mentre solo l’11% utilizza siti Web standard. (Disruptive Advertising, 2018)

– Il 57% di tutti gli utenti di dispositivi mobili non consiglierà un’azienda se il suo sito mobile è progettato male o non è responsive. (Sweor, 2017)

– Gli utenti trascorrono in media il 69% del loro tempo multimediale su smartphone. (Comscore, 2017)

– I siti web mobile che si caricano in cinque secondi o meno termineranno in una sessione di visualizzazione più lunga del 70% rispetto alle loro controparti più lente. (Google, 2017)

– La mancanza di un design ottimizzato per dispositivi mobili è la ragione numero uno per cui il 40% dei visitatori di sito mobile esce e si reca sul sito di un concorrente. (Maggiore visibilità, 2019)

– Un ritardo di un secondo nella risposta della pagina mobile può ridurre le conversioni del 7%. (99 Firms, 2019)

– Il 90% di tutto il tempo sui dispositivi mobile viene speso in app. (eMarketer, 2018)

intelligenza artificiale

– Ad oggi solo il 15% delle aziende utilizza l’intelligenza artificiale, ma il 31% dovrebbe utilizzarlo nel prossimo anno. (Adobe, 2018)

– PWC ha definito l’IA una delle otto tecnologie essenziali nel mondo degli affari. (Huff Post, 2017)

– Ci sono 1.652 startup di intelligenza artificiale e società private che hanno incassato oltre $12,24 miliardi di finanziamenti. (Venture Scanner, 2018)

– L’uso dell’IA è cresciuto del 270% negli ultimi quattro anni. (Leftronic, 2019)

– L’87% delle aziende che hanno adottato l’IA, la sfruttano per migliorare la propria attività di email marketing. (Leftronic, 2019)

Per approfondire il tema della Tecnologia nel Marketing, leggi anche i nostri post su:

Martech: cos’è e perché ogni marketer dovrebbe interessarsene

Martech: quali sono i principali tool per ogni segmento di marketing

 

Hai bisogno di supporto strategico, operativo e tecnologico per le tue attività di marketing?

Scopri tutti i nostri Servizi e come possiamo aiutarti!