SEO: link building skyscraper technique.

skyscraper-technique

La SEO non è una scienza esatta. Se l’algoritmo di Google fosse noto o facilmente decifrabile non esisterebbe competizione nel posizionamento organico.

Esistono però regole che – se ben applicate – possono garantire nel tempo un incremento sostanziale e un posizionamento ottimale in SERP.

Tralasciando le tecniche base applicate alla SEO, una buona analisi della cosiddetta “tecnica del grattacielo” deve partire da una considerazione di fondo che sfugge – in primis – agli Seo specialist e che influenza negativamente anche le aziende che hanno deciso di trasformare il proprio business portandolo nel mondo digitale.

Google non è un nemico e non bisogna cercare di fregarlo.

Google offre un servizio alle persone e vuole farlo nel migliore modo possibile.
Se si cerca una previsione meteo su Milano, ci si aspetta di trovare informazioni proprio su Milano e non su Roma; allo stesso modo ci aspettiamo di trovare la migliore risposta possibile alla nostra ricerca e “big G” è lì proprio per questo.

La risposta alla nostra domanda è veicolata da Google attraverso un contenuto ed è proprio il contenuto – ancora una volta – a fare la differenza tra un buon posizionamento e la seconda pagina di ricerca.

Chi decide la bontà del contenuto? Noi.

seo-tecnica-grattacielo

Certo il motore di ricerca di Mountain View valuta una moltitudine di fattori per valutare e validare la bontà dell’informazione e la sua analisi è talmente raffinata che la densità di keyword inserite nel contenuto non è più – da solo – un fattore strategico: Hummingbird interpreta il testo non lo legge.

Uno dei fattori in assoluto più importanti diventa qui la condivisione del contenuto e più di tutto i backlink.

Uno studio famoso di Moz, analizzando i primi 50 risultati per 15000 keywords ha dimostrato come il 99,2% dei siti avessero almeno un link esterno che puntava alla pagina.

Contenuto e back link hanno una cosa in comune: devono essere entrambi di qualità; mentre per il primo qualità significa originalità ed alto valore aggiunto per l’utente, per il secondo si traduce in link da siti autorevoli e che scrivono o lavorano nella stessa nicchia di mercato.

backlink-seo

Per creare contenuti di qualità ed intercettare backlink autorevoli, raffinare la tecnica skyscraper significa un incremento effettivo nei link che puntato al proprio sito web e una scalata, se non altro più rapida, in Serp.

A onor del vero, questa tecnica ha risultati misurabili in paesi come gli Stati Uniti o in generale i mercati anglosassoni dove la concezione del contatto mail è vista in modo più serio.
Brian Dean di BackLinko che per primo ha utilizzato questa tecnica è la prova tangibile dei risultati.

Il primo obiettivo è quello della creazione e della stesura di un contenuto di altissima qualità per il proprio pubblico di riferimento.
Per capire come intercettarlo, bisogna innanzitutto cercare contenuti simili e analizzare la quantità di backlink che hanno ottenuto.

Ci sono numerosi siti che permettono quest’analisi, i migliori probabilemente sono “BuzzSumo” che individua il numero di backlink e di condivisioni social che ha ottenuto una parola chiave, “Open Site Explorer” che determina le pagine più linkate di un sito web o – più semplicemente – i primi 10 risultati di Google: se una pagina si è posizionata lì per una parola chiave altamente competitiva, con buona probabilità ha ottenuto link autorevoli.

Il goal da raggiungere è quello di produrre un contenuto così perfetto da superare quelli appena trovati. Deve essere lungo a sufficienza per competere con articoli verticali e molto ben strutturati: 1890 parole sono il target di riferimento secondo uno studio sempre di Backlinko.

Il contenuto dovrà essere sempre aggiornato e ben disegnato: il design è sempre più un fattore strategico, non per la SEO di per sè, ma perchè rende il contenuto fruibile con facilità da devices differenti, lo rende accattivante e migliora la probabilità di condivisione spontanea.

Qui inizia la componente più importante: la diffusione e la promozione del contenuto attraverso la cosiddetta “Email Outreach”.

Ahrefs permette di esportare in CSV tutti i link in entrata alla pagine che si stanno monitorando dei siti posizionati meglio in SERP.

Si otterranno numerosi risultati, una parte saranno da eliminare perchè faranno sicuramente riferimento a siti poco autorevoli come forum o directory.

Una prima scrematura permetterà quindi di ottenere prospect interessanti dal punto di vista qualitativo e di autorevolezza.

Contattare il webmaster è la parte finale della tecnica skyscraper; usando il contatto mail come via per apprezzare il contenuto da lui proposto, si farà notare che all’interno è stata linkata una pagina che ha un contenuto simile al nostro e che sarebbe utile per i lettori poter accedere all’articolo sviluppato da noi.

Si otterranno con buona probabilità backlink ad altissimo valore e si alzerà la competizione, spostando l’asticella dalla nostra parte per i primi risultati di ricerca su Google per la keyword desiderata.

Se avete bisogno di una audit più specifico e di un’analisi sullo stato della vostra strategia SEO e – nello specifico – delle vostre tattiche di backlink, compilate questo form.

Verrete contattati in 24 ore e avrete a disposizione un digital business audit gratuito della durata di 2 ore per creare insieme la strategia di digital marketing per il vostro sito web.

Recommended Posts