MarTech: quali sono i principali tools per ogni segmento di marketing? – Parte 2 –

 In Marketing Digitale

Nel precedente articolo abbiamo introdotto il concetto di MarTech, partendo dalle origini. Abbiamo spiegato cos’è un martech “stack” e quali sono i vantaggi di avere e utilizzare strumenti di martech per il proprio business. 

In questo articolo entreremo più nel vivo, classificando le diverse categorie di martech tools e i rispettivi software che rientrano all’interno di ognuna.

Ma prima di addentrarci, facciamo un breve riepilogo.

Perché è importante avere un Martech stack nella propria azienda?

Gli esperti di marketing spesso sono confusi su quali strumenti utilizzare nelle loro attività di marketing. Continuano a provare diversi strumenti sperando che il prossimo risolva i loro problemi. Il problema, con questo approccio, è che continuerai a girare intorno allo stesso punto senza ottenere molto. Una volta compresi i processi e la canalizzazione, sarà più facile per te sviluppare un martech stack che dia dei risultati.

Come scrive Forbes in questo articolo i marketer possono utilizzare un martech stack per diverse necessità:

a) raccogliere i dati dei consumatori

b) creare profili cliente

c) comunicare con i clienti/consumatori

d) pianificare e distribuire i contenuti su più piattaforme

e) identificare e alimentare i leads

f) monitorare il customer service e il feedback

g) tracciare il successo di una campagna e prevedere i segmenti chiave su cui concentrarsi

Come costruire un MarTech stack?

Se stai utilizzando alcuni strumenti di marketing ma non disponi di fatto di uno stack , questa sezione ti fornirà informazioni sufficienti per iniziare a costruire il tuo primo stack di marketing technology.

Ma prima di iniziare, è fondamentale che tu faccia chiarezza sulle tue aree di interesse e i risultati che ti aspetti da qualsiasi investimento in tecnologia:

– si tratta di automation?

– di ottimizzare il rendimento operativo?

– di scalabilità?

– di un marketing data-driven più intelligente?

Le considerazioni chiave che dovresti fare per sviluppare un martech stack sono:

1. Qual è il mio modello di business?

È fondamentale capire il modello di business della tua azienda. Qual è il tuo prodotto? Sei un marchio B2B o B2C? In quale settore stai lavorando? Qual è la struttura dei prezzi e quanto dura il ciclo di vendita?

Rispondere a queste domande chiave ti darà chiarezza quando sceglierai gli strumenti.

2. Quali sono i miei obiettivi di marketing?

Devi aver già definito i tuoi obiettivi di marketing e i risultati desiderati dai tuoi prossimi investimenti in martech. Se non l’hai ancora fatto, cogli l’occasione come un’opportunità per definire i tuoi obiettivi di marketing. Se hai già individuato il tuo modello di business, il passo successivo dovrebbe essere focalizzare gli obiettivi di marketing in linea con la tua attività. Durante questa attività, ricordati di specificare i risultati desiderati dall’investimento nella costruzione di un martech stack per poi realizzare un business case.

3. Qual è il mio marketing funnel? Com’è il “customer journey” ?

Il marketing funnel, generalmente, è costituito dalle seguenti fasi:

a) Awareness: il cliente  si rende conto di avere un problema/bisogno/ necessità.
b) Interesse: il cliente inizia a cercare possibili soluzioni.
c) Considerazione: il cliente seleziona le possibili soluzioni che ha trovato.
d) Acquisto: in base alla ricerca,il cliente effettua un acquisto.
e) Valutazione post-acquisto: il cliente utilizza il prodotto e valuta l’esperienza.
f) Riacquisto: in base alla sua esperienza precedente, il cliente decide se acquistare nuovamente il prodotto.

Dopo aver indivduato il marketing funnel specifico per il tuo business, per mettere insieme il tuo martech stack devi quindi fare un elenco degli strumenti e piattaforme per ogni fase della canalizzazione. Gli strumenti martech ti aiutano a raggiungere i clienti in ogni fase della canalizzazione per agevolarli nel customer journey. Esistono determinati strumenti che ti fanno connettere con i clienti in ogni fase del processo di acquisto e alcuni sono specificamente progettati per una determinata fase.

Di seguito un esempio:

I principali segmenti del MarTech

Nel post precedente abbiamo introdotto le principali categorie dei tools di martech. Adesso entriamo nel dettaglio di ognuna descrivendone la funzione e associandone i principali tools.

Nota: le aziende menzionate qui sono solo esempi di strumenti attivi nel settore. Questa non è una classifica o un elenco esaustivo.

 

1. Content Marketing Tools

Gli strumenti di content marketing sono costituiti da una vasta gamma di software che si rivolgono a diversi aspetti del content marketing. Alcuni di questi sono CMS, SEO, landing page, content curation, content marketing, DAM, lead magnet, ecc. Vediamoli in dettaglio:

A. Content Management System (CMS)

Un CMS è un software essenziale per la pubblicazione sul Web. È lo strument

o principale per lavorare con i contenuti, come scrivere, modificare e pubblicare. Un CMS è di solito un asse

t proprietario per un’azienda. Questa è l’interfaccia da cui inizia ogni attività di content marketing. Una piattaforma CMS viene utilizzata per ospitare il sito web o il blog dell’azienda, contenuti nativi come audio, video e landing page.

Esempi:  WordPress, Joomla, Drupal, HubSpot, ecc.

B. Search Engine Optimization (SEO)

Gli strumenti SEO vengono utilizzati per raccogliere dati su parole chiave e competitor, per verificare se esistono le migliori pratiche SEO, ecc. Aiutano un sito a migliorare il suo ranking organico nei motori di ricerca e portare autorità al dominio e ricevere un traffico più pertinente.

Esempi: Moz, Yoast SEO, Open Site Explorer, Ubersuggest, Raven Tools, Coveo, ecc.

C. Landing Pages e A/B Testing

Questi strumenti ti aiutano a creare rapidamente landing page, senza la neces

sità di conoscenze di programmazione. Gli strumenti di landing page sono intuitivi e dispongono di un’interfaccia drag-and-drop. Consentono inoltre di verificare quale versione della landing page funziona meglio in termini di risposte, download, registrazioni o altre azioni desiderate da parte del’audience.

Esempi: Unbounce, Leadpages, Instapage, Wix, etc.

D. Content Curation Tools

Non tutti i team di marketing hanno la capacità, il budget o la necessità di creare contenuti originali. Gli strumenti di curation dei contenuti ti consentono di trovare automaticamente parti di contenuto pertinenti basate su filtri predefiniti, che puoi condividere con il tuo pubblico o utilizzare nel tuo processo

di creazione dei contenuti.

Esempi: Feedly, Scoop.It, BuzzSumo, etc.

E. Content Marketing Platforms (CMP)

Se il content marketing è una strategia di marketing, allora queste piattaforme – da sole – sono spesso più adatte di una serie di soluzioni diverse. I CMP aiutano gli esperti di marketing con gli aspetti di strategia, creazione, distribuzione e analisi del content marketing.  In altre parole, si occupano dell’attività di content marketing end-to-end.

Esempi: HubSpot, Contently, Marketo, Skyword, ecc.

F. Digital Asset Management (DAM)

Le piattaforme DAM aiutano le aziende ad archiviare, recuperare e condividere contenuti digitali da un repository centralizzato ai team di diverse aree geografiche e funzioni, garantendo un uso coerente dei contenuti in tutti i punti di contatto.

Esempi: WebDAM, Adobe Experience Manager, Brandfolder, Bynder, ecc.

G. Lead Magnets

Considerato uno dei principali growth hacks  degli ultimi tempi, i lead magnet sono campi di registrazione posizionati ingegnosamente su un sito web per generare lead.

Esempi: OptinMonster, Sumo, Optimonk, Bloom, ecc.

 

2.Social Media Tools

I Social Media sono un importante  canale di distribuzione e un ottimo modo per connetterti con il tuo pubblico. Abbiamo elencato qui gli strumenti per la gestione, il monitoraggio e l’influencer marketing dei social media.

A. Social Media Management Tools

Questi strumenti aiutano gli esperti di marketing nella pianificazione, pubblicazione, community management e analisi per gli account dei social media.

Esempi: Hootsuite, Sprout Social, Buffer, Agora Pulse, ecc.

B. Social Media Monitoring Tools

Il social listening ti aiuta a tenere traccia delle interazioni con il tuo brand, la concorrenza e le tendenze del settore, comprese le applicazioni più avanzate come la sentiment analysis.

Esempi: Brandwatch, Google Alerts, Brand 24, SocialOomph, SimilarWeb, Digimind, ecc.

C. Influencer Marketing Platforms

Puoi utilizzare questi strumenti per connetterti con i leader di pensiero e gli influencer del tuo settore.

Esempi: Followerwonk, Upfluence, Influencer, Social Circle, ecc.

 

3. Marketing Automation Platform e Tools

Marketing Automation, in realtà, è un termine piuttosto generico: in questa sezione includeremo quindi piattaforme di email marketing e mobile marketing, insieme a piattaforme di marketing automation più generiche. Vediamole in dettaglio:

A. Marketing Automation Software

Si riferisce a un software che automatizza e semplifica attività ripetitive, come l’analisi del sito web, i social media, ecc. per approfondire, leggi il nostro articolo sul Marketing Automation

Esempi: HubSpot, Marketo, Salesforce Marketing Cloud, Eloqua, ecc.

B. Email Marketing Tools

Spesso confusi con il marketing automation, gli strumenti di email marketing si concentrano esclusivamente sull’aspetto e-mail nel marketing. Per approfondimenti su l’email marketing, clicca qui

Esempi: MailChimp, AWeber, GetResponse, Campaigner, ecc.

C. Mobile Marketing Platforms

Le piattaforme di mobile marketing  si impegnano a migliorare la user experience degli utenti di app mobili inviando notifiche push, promozioni e offerte, monitorando il comportamento degli utenti e producendo report.

Esempi: Swrve, CleverTap, LeanPlum, ecc.

 

4. Advertising Platform e Tools

Le piattaforme pubblicitarie sono responsabili dell’ottimizzazione delle attività pubblicitarie a pagamento che includono search engine marketing, social media advertising , native e programmatic advertising.

A. Search Engine Marketing (SEM) 

Gli strumenti SEM possono suggerire nuove parole chiave, monitorare la concorrenza, gestire, ottimizzare e semplificare le campagne sui motori di ricerca.

Esempi: Google AdWords, Bing Ads, SEMRush, SpyFu, WordStream, ecc.

B. Social Media Advertising

Come gli strumenti SEM, gli strumenti di pubblicità sui social media ti aiutano a gestire gli annunci sui social media.

Esempi: AdEspresso, Qwaya, StitcherAds, ecc.

C. Native Advertising

Conosciute anche come piattaforme di content promotion o discovery content, le piattaforme di native advertising promuovono i tuoi contenuti su altri siti, aumentando così la portata dei tuoi contenuti su larga scala.

Esempi: Taboola, Outbrain, Adblade, 4INFO, ecc.

D. Programmatic Advertising

Il Programmatic Advertising si riferisce all’acquisto e alla vendita in tempo reale di spazi pubblicitari. Le piattaforme di acquisto di programmatic ti consentono di indirizzare i tuoi annunci in modo efficiente, ottimizzare le tue campagne e consentire un facile accesso agli inventari degli annunci.

Esempi: SmartyAds, Simpli.fi, Skipper, Adbeat, MediaMath, ecc.

 

5. Rich Media Tools

Gli strumenti Rich Media possono essere classificati come un sottoinsieme degli strumenti di content marketingi, ma riguardano principalmente gli aspetti di design, video e audio dei contenuti.

Vediamo in dettaglio ogni tipo di strumento:

A. Video Making Tools

Puoi utilizzare questi strumenti per creare e modificare facilmente i video. La creazione di video in whiteboard , animazioni, video footage, ecc., diventa estremamente semplice con questi strumenti.

Esempi: Biteable, Animoto, Filmora, DaVinci Resolve, ecc.

B. Video Marketing Platforms

Le piattaforme di video marketing ti consentono di caricare, condividere e promuovere i tuoi video sulle rispettive piattaforme.

Esempi: Wistia, Vimeo, YouTube, IBM Cloud Video, Vidyard, ecc.

C. Graphic Design Tools

Come suggerisce il nome, questi strumenti ti aiutano a creare grafiche straordinarie da utilizzare come parte del social media marketing, content marketing e così via.

Esempi: Canva, Piktochart, Adobe Creative Cloud, Pixlr, ecc.

E. Interactive Content

Invece di creare contenuti che richiedono solo il coinvolgimento passivo del pubblico, questi strumenti consentono di creare contenuti interattivi per creare sondaggi, sondaggi, quiz, concorsi e concorsi a premi per portare l’audience a impegnarsi attivamente con i tuoi contenuti.

Esempi: SnapApp, Woobox, Polldaddy, Typeform, SurveyMonkey, Prezi, ecc.

6. Sales Enablement Tools

Se sei uno smarketer (venditore + marketer), il software per la vendita è uno strumento essenziale. Il sales software consente di gestire e automatizzare su larga scala vari aspetti cruciali del processo di vendita e gestione dei clienti. In questa sezione, esamineremo gli strumenti di automazione delle vendite, di assistenza clienti e CRM (Customer Relationship Management).

A. Sales Automation Platforms

I tool di sales automation e si occupano della gestione dei contatti, della gestione dei lead, delle previsioni di vendita, delle bulk email (messaggi collettivi di posta elettronica), del click-to-call, della registrazione delle chiamate, ecc.

Esempi: Zoho, Prospect.io, Outreach, etc.

B. Customer Support Tools

Gli strumenti di assistenza clienti ti consentono di comunicare con i tuoi clienti, rispondere alle loro domande e risolvere i loro problemi.

Esempi: Zendesk, Intercom, Freshdesk, ecc.

C. Customer Relationship Management (CRM)

Le piattaforme CRM sono costituite da funzionalità quali gestione dei contatti, promemoria, calendario, gestione delle attività, gestione delle campagne e reportistica.

Esempi: Salesforce, HubSpot, SugarCRM, Freshsales, ecc.

 

7. Data e Analytics Platform

Le piattaforme di dati si dividono in Customer Data Platforms (CDPs) e Data Management Platforms (DMPs), mentre mentre le piattaforme di analisi riguardano l’analisi web, la gestione dei tag e l’analisi predittiva. Esaminiamo in dettaglio le varie piattaforme di dati e analisi.

A. Data Management Platforms (DMPs)

I DMP raccolgono dati anonimi di terze parti e vengono principalmente utilizzati per migliorare il targeting degli annunci e l’efficienza del media buying.

Esempi: Adobe Audience Manager, Krux, Lotame, BlueKai, ecc.

B. Customer Data Platforms (CDPs)

Queste piattaforme raccolgono principalmente dati proprietari e vengono utilizzate in quasi tutti gli aspetti del marketing personalizzato one-to-one.

Esempi: Evergage, Dynamic Yield, Listrak, blueconic, blueshift, Lytics, ecc.

C. Web Analytics

Gli strumenti di web analytics raccolgono e riportano i dati dei siti web come dati demografici e comportamento dei visitatori, traffico e prestazioni del sito.

Esempi: Google Analytics, Kissmetrics, Piwik PRO, ecc.

D. Tag Management

Per raccogliere diversi tipi di dati, devi implementare i tag sul tuo sito web. Gli strumenti di gestione dei tag semplificano l’implementazione dei tag senza alcuna codifica.

Esempi: Google Tag Manager, Launch by Adobe, Tealium, ecc.

E. Predictive Analytics

Questi strumenti utilizzano i dati attuali e passati per fare previsioni implementando l’apprendimento automatico, il data mining e la modelli predittivi.

Esempi: Aviso, EverString, Dataiku, RapidMiner, etc.

 

Come suggerisce la parola “stack “, gli strumenti MarTech non sono qualcosa da considerare in maniera isolata, ma devono essere una miscela, una miscela di tutti gli strumenti che garantiscono il successo complessivo dell’attività di marketing e di ogni singolo ROI. Un buon equilibrio è la chiave per un martech di successo, e questo è qualcosa che spesso si impara nel tempo con prove ed errori nell’utilizzo dei diversi strumenti. Una volta che inizi a integrare le tecnologie e a sviluppare il tuo stack, vedrai come il tuo tempo le tue energie possono essere focalizzate sugli elementi più creativi e innovativi del marketing, con gli strumenti a supporto delle tue scelte e decisioni.

 

Nel prossimo articolo approfondiremo quali skills bisogna avere per diventare un Martech manager.

 

E, se hai bisogno di una consulenza a riguardo, CONTATTACI!

 

 

 

 

 

 

 

 

Recommended Posts
Contact Us

Non siamo online in questo momento. Lasciaci un messaggio e sarà nostra cura metterci in contatto con te al più presto.

report facebook: come i brand possono raggiungere i consumatori di oggi