Investimenti pubblicitari in crescita: quali sono i canali in crescita e i settori trainanti

 In Marketing Digitale

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia ha chiuso il mese di novembre in crescita del 2,9% (+1,1% senza search e social).

Ce lo rivela Nielsen che aggiunge un ulteriore dato: la raccolta nel periodo consolidato gennaio – novembre 2017 è stabile (0%), confrontato con lo stesso periodo del 2016.

Se si esclude dalla raccolta web, la stima Nielsen sul search e sul social, l’andamento degli 11 mesi registra una contrazione del 2,6%.

Alberto Dal Sasso, AIS Managing Director di Nielsen, spiega:

Dopo il rallentamento del mese scorso, a novembre il mercato ha raggiunto quota zero. A meno di sorprese dell’ultima ora, l’anno chiuderà in positivo con una crescita entro il +1%. Si avvia dunque alla conclusione un 2017 caratterizzato da una primavera in sostanziale parità, da una perdita nei due mesi estivi, che si confrontavano con gli eventi sportivi dell’anno precedente, e da un autunno in recupero.

Investimenti pubblicitari: i canali

La TV torna in positivo a novembre (2,7%).

La stampa continua a registrare un andamento negativo: a novembre, i quotidiani e i magazine perdono rispettivamente l’1,5% e il 3,8%, portando la raccolta degli 11 mesi rispettivamente a -8,4% e -6,4%.

La radio è in trend positivo: in crescita del 5,8% nel periodo cumulato, grazie al +9,0% registrato a novembre.

Nel periodo gennaio – novembre chiude in positivo anche il web advertising con +7,5% (+1% se si escludono il search e il social).

Bene per la GoTV (+11,8%) e il transit (+4,7%) nel periodo cumulato.

Andamento positivo (+4,2%) anche per il cinema.

Outdoor e direct mail restano invece negativi, rispettivamente in calo del -12,6% e del -5,2%.

Investimenti pubblicitari: i settori trainanti

Relativamente ai settori merceologici degli investimenti, se ne segnalano 10 in crescita nel periodo cumulato, con un apporto complessivo di circa 54 milioni di euro.

Gli investimenti del settore automobilistico si fermano al +0,7%.

Buona la performance del farmaceutico che registra +1%.

Le telecomunicazioni scendono a – 3,9%) ma con un andamento positivo sul singolo mese di novembre ( +10,5%).

Male anche per gli alimentari (-2,9%), che però segnano un dato positivo sul singolo mese di novembre (+9,5%).

Se la cavano bene gli elettrodomestici nel periodo cumulato (+16,1%).

Limitatamente al singolo mese di novembre, crescono i settori cura persona, giochi/articoli scolastici e toiletries, rispettivamente del +21,4% (+1 nel periodo cumulato), +36,7% (+37,9%)e +22,7% (-12,1%) con un apporto complessivo di circa 16 milioni di euro.

Fonte: Engage

Recent Posts
Contact Us

Non siamo online in questo momento. Lasciaci un messaggio e sarà nostra cura metterci in contatto con te al più presto.

La diffusione dei Social network nel 2017 e il loro futuroAdv su Google: i ricavi crescono del 24% ma per gli analisti è pollice verso