Bing Ads: i 5 più importanti cambiamenti del 2016

bing-ads-2016

Non solo Google

Nel nostro blog, abbiamo dedicato un’apposita sezione a tutte le novità e le migliori strategie da implementare per massimizzare il ROI da una campagna di acquisizione traffico a pagamento su Google Adwords.

Da come costruire landing page efficaci, agli errori da non commettere, fino alle 10 tattiche migliori per il remarketing, abbiamo davvero affrontato quasi tutti gli argomenti correlati all’impostazione di una buona campagna.

Adwords ovviamente detiene il primato tra i tool per campagne ppc, se non altro perchè Google detiene il primato per le query di ricerca.

Mettiamola così: se hai un prodotto da vendere, vorrai comprare un affissione nella piazza principale della città, non certo in un vicolo cieco.
Ma cosa succederebbe se ad un certo punto, le piazze principali della città diventassero due, una già presidiata e una – più piccola ma molto alla moda – ancora da scoprire?

Quella piazza è proprio Bing.

In attesa di capire cosa succederà quando Yahoo smetterà di usare Bing come motore di ricerca predefinito, a causa della fine dell’accordo con Microsoft, si registrano davvero incrementi notevoli sia in termini di fatturato che di utenti attivi.

Microsoft revenue in the quarter ending Sept. 30 totaled $20.5 billion, up from $20.3 billion from the quarter a year prior, and net income was $4.7 billion, up from $4.6 billion from the same time last year, the company said Thursday.

Search revenue grew 9%, excluding traffic acquisition costs, according to the company, which cited both higher search volume and increased revenue per search.

The question is what happens to that business when Yahoo stops using Bing to power 51% of its desktop searches under a deal expiring Jan. 31.

In questo articolo vogliamo soffermarci e analizzare i 5 più importanti cambiamenti che Bing ha eseguito nella sua piattaforma di acquisizione traffico.

bing-ads

Bing Ads: i 5 più importanti cambiamenti

Il redesign di Bing Ads cambierà il modo con cui creare nuove campagne sulla piattaforma.

In accordo con il blog ufficiale di Bing, questi cambiamenti saranno davvero significativi e riguarderanno tutti i target che puoi impostare prima di “settare” le campagne.

Quando crei una campagna su Bing Ads, infatti, puoi decidere quale sia l’obiettivo delle tue conversioni:

  1. Visitare il tuo sito web;
  2. Visitare il tuo negozio;
  3. Convertire un acquisto;
  4. Chiamare il numero di telefono della tua azienda;
  5. Vendere i tuoi prodotti attraverso “Bing Shopping”.

Lo scopo di farti scegliere un obiettivo è semplicemente legato all’organizzazione delle funzioni che Bing ti metterà a disposizione premesso che – comunque – potrai accedere a tutte quelle disponibili.


  • Copiare le impostazioni delle campagne

Bing ha reso più semplice copiare le impostazioni presenti in campagne già esistenti nel tuo account.

Tutto quello che devi fare è semplicemente “flaggare” il box “Use campaign settings from another campaign” e poi selezionare una qualunque delle tue campagne già impostate.

Tutte le impostazioni verranno automaticamente applicate alla tua nuova campagna.

use-previous-campaign-preferences-bing-ads
Credit: SearchEngineJournal

  • Location targeting

Ora è più semplice scegliere un luogo specifico di destinazione dei tuoi annunci con precisione millimetrica.

Puoi scegliere tra:

  1. C.A.P.;
  2. Città [il raggio target di default è 50 chilometri];
  3. Provincia/Regione;
  4. Stato.
bing-ads-targeting
Credit: SearchEngineJournal

  • Suggerimenti di keyword

Il cambiamento più grande per l’user experience del marketer è la rivoluzione con cui vengono suggerite le keyword.

Basta inserire la URL del tuo sito web e Bing ti restituirà – dopo aver analizzato il codice – nuove keyword divise per gruppi.

Non solo, ti verrano mostrate:

  1. il volume delle ricerche mensili;
  2. il CPC medio mensile;
  3. la competizione sulla specifica keyword.
bing-ads-get-keyword-suggestions
Credit: SearchEngineJournal

  • Libreria delle estensioni

Nel setup delle campagne, Bing Ads ti mostrerà ora le estensioni – collegate agli obiettivi delle tue campagne – con cui completare gli annunci.

Se, ad esempio, l’obiettivo è attrarre utenti verso il tuo negozio, Bing mostrerà le estensioni per località all’inizio della libreria.

add-bing-ads-ad-extensions
Credit: SearchEngineJournal

  • Stima delle performance

Nella sezione dedicata al budget e ai bids con cui battere le aste, da ora potrai vedere la stima delle performance delle tue campagne:

  1. click;
  2. impressioni;
  3. spesa;
  4. posizione media.

La piattaforma ti mostrerà un’icona gialla di allarme per le campagne che stanno ottenendo performance più basse del previsto.

bing-ads-budget-bid-strategy
Credit: SearchEngineJournal

Attraverso queste 5 novità Bing Ads promette di avvicinarsi sempre di più alla sorella maggiore di Google e permetterà ai marketer di diversificare la propria strategia di acquisizione traffico, ottimizzando gli investimenti dedicati al marketing digitale.

Se hai bisogno di una audit più specifico e di un’analisi sullo stato delle tue campagne su Google Adwords e Bing Ads, compila questo form.

Verrai contattato in 24 ore e avrai a disposizione un digital business audit gratuito della durata di 2 ore per creare insieme la strategia di digital marketing per il tuo sito web.

Recommended Posts