Facebook, TikTok, Twitter: le news digital della settimana

news digital settembre 2020

Settimana di fermento per alcuni dei big del mondo digital. Questa volta protagonisti insieme a Facebook, che domin ala scena da un po’ di settimane, ci sono anche TikTok, Twitter, Zoom, GotoMeeting e Webex.

Di seguito, tutte le novità in dettaglio.

Facebook abbandona il vecchio design

Ormai è deciso. Dal 1° settembre la nuova maschera grafica di FB sarà obbligatoria per tutti gli utenti e i nostalgici non potranno tornare alla versione precedente

Fino a questo momento, gli utenti che hanno scelto di testare il nuovo layout continuano ad avere la possibilità di tornare all’interfaccia classica. Una volta che il roll out sarà completato, però, questa opzione non esisterà più.

Annunciato lo scorso anno durante la conferenza F8, il nuovo design di Facebook è stato inizialmente implementato su app iOS e Android e solo dopo qualche mese è stato inserito come aggiornamento opzionale su desktop e web.

nuovo layout facebook

Ma vediamo in dettaglio come è caratterizzato il nuovo FB.

Lo sfondo resta bianco, ma quello che sparirà sarà il blu che lo ha sempre caratterizzato. Soltanto il logo di Facebook resta blu e sarà in alto a sinistra.

Non ci sarà più la barra del menu che lo ha sempre identificato. Il focus non sarà più sugli amici, saranno più centrali le storie e i gruppi. Anche le funzionalità cambiano posizione per rafforzare l’esperienza dell’utente.

Sulla barra superiore appaiono le sezioni: Pagine, Watch, Eventi, Gruppi, Marketplace, Gaming. A sinistra invece, sempre in alto ci sarà il news feed, la bacheca con tutti gli aggiornamenti degli amici.

Invece Watch metterà in evidenza i video più popolari per l’utente, ma permetterà anche di accedere a programmi e video in diretta (fra cui gli originali Facebook).

Inoltre sarà possibile attivare il dark mode con lo sfondo nero su cui risaltano i testi in bianco per non affaticare la vista di notte senza avere la lucina led blu.

Arrivano gli sfondi personalizzati su Messenger Rooms

Dopo effetti AR e ai vari filtri introdotti nel corso del tempo, Facebook sta lanciando una nuova funzionalità per personalizzare le “stanze” su Messenger e le video chat su dispositivi mobili.

messenger custom background

I background personalizzati su Rooms saranno disponibili nelle prossime settimane. Un primo roll out rriguarderà dispositivi mobili e, per il momento, non è chiaro se la feature verrà implementata su Instagram, WhatsApp e Portal.

Arriva Shop all’interno della flagship app

Dopo aver lanciato la sezione Shop ridisegnata su Instagram, Facebook ora sta portando una funzionalità simile all’interno sua app di punta.

Facebook Shop è una nuova esperienza di acquisto in-app in cui gli utenti possono sfogliare i prodotti dei loro marchi e creator preferiti.

Inoltre, la società ha anche annunciato una serie di nuovi strumenti per le aziende che gestiscono Shop su Facebook, inclusi nuovi layout, anteprima in tempo reale delle collezioni e nuovi dati per Commerce Manager.

Facebook Shop può anche integrarsi con Messenger, WhatsApp e Instagram Direct per migliorare il contatto da parte dei potenziali clienti.

GoToMeeting, Zoom e Webex debuttano su Portal

La smart working sta diventando la normalità nella nostra vita quotidiana.  Per questo motivo, su Portal Mini, Portal e Portal + saranno disponibili le integrazioni con GoToMeeting, Webex e Zoom.

Tutte le app approderanno sui dispositivi a settembre, con piani per il lancio su Portal TV per il prossimo futuro.

Come spiegato da Facebook in un annuncio della scorsa settimana:

“Sia che tu stia facendo una videochiamata one-to-one con un collega o unendo fino a 1.000 partecipanti, Portal ti aiuterà a svolgere le riunioni in maniera più semplice, dato che puoi essere libero di prendere appunti o accedere a più informazioni tramite computer”.

La Smart Camera di Portal ti terrà sempre al centro dell’inquadratura e Smart Sound ridurrà al minimo i fastidiosi rumori di fondo, indipendentemente dal numero di persone presenti a ciascuna chiamata.

TikTok e la collezione di abbigliamento in limited edition

TikTok ha voluto di celebrare la creatività della sua community. Ecco perché l’azienda ha collaborato con NTWRK e il designer Joshua Vides per creare una collezione di abbigliamento in limited edition.

@brittany.xavier

The collection drops 8/26 at 10am PST on TikTok and only avail for 24 hours! ad @ntwrk @tiktok #joshuavides #FITCHECK #NTWRK

? original sound – brittany.xavier

Ispirata dai video #FitCheck, il merchandising è stato messo in vendita per un solo giorno sull’app, su tiktok.com e su NTWRK.

Twitter: una nuova funzione  per chi riceve tanti DM

A coloro che ricevono molte richieste Twitter DM non richieste, la nuova funzione semplificherà la vita. La società ha annunciato una feaure che offrirà immediatamente più informazioni in merito alla persona che ti ha inviato la richiesta di messaggio.

In precedenza, era necessario andare sul profilo dell’utente per visualizzare ulteriori dettagli, mentre d’ora in poi saranno disponibili all’interno del DM stesso.

Anche Facebook sta testando una funzionalità simile, anche per la sezione commenti. Se verrà implementato, gli utenti saranno in grado di scoprire di più sulle persone che prendono parte alle loro stesse conversazioni pubbliche, senza dover visitare il loro profilo. Questo è particolarmente utile soprattutto per chi ha un grande seguito.

Seguici su Facebook e Linkedin per essere aggiornato ogni settimana sui temi digital!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Local SEO: perché è importante e come impatta sul tuo business

Probabilmente hai già sentito parlare del Local SEO come uno degli aspetti più importanti del marketing digitale.

In questo articolo ti spieghiamo cosa sia esattamente il Local SEO, perché dovrebbe essere dominante nella tua strategia di marketing digitale e come, di fatto, può aiutarti a far crescere la tua attività.

Cosa’è il Local SEO?

Il Local SEO serve a promuovere la visibilità della tua attività nelle ricerche basate sulla posizione. Si tratta semplicemente di una variazione del tuo SEO ordinario e mira a garantire che la tua attività venga trovata online da persone che la cercano in una data località (in questo caso dove è locata la tua azienda).

Sono ricerche che includono determinati qualificatori geografici, come città, provincia, codice postale, ecc. E ricerche “vicino a me”, in cui Google rileva la posizione geografica della persona e fornisce risultati di ricerca da quella zona.

Perché è importante?

Il Local SEO è estremamente importante, soprattutto se la tua attività è un negozio o che fornisce un servizio in una determinata località.

Secondo uno studio condotto da Forbes, il 95% degli utenti di smartphone ha utilizzato il proprio telefono per eseguire ricerche locali, di cui il 61% ha chiamato l’azienda e il 59% se è recata nello store fisicamente.

E SearchEngineWatch ha scoperto che il 70% degli utenti di dispositivi mobili clicca per chiamare un’azienda direttamente dai risultati di ricerca di Google utilizzando il proprio cellulare.

Ora va da se, che i lead delle ricerche basate sulla posizione sono sulla buona strada per diventare potenziali clienti, poiché esse provengono da persone che sono specificamente alla ricerca di prodotti o servizi offerti dalla tua azienda. Pertanto, è lecito ritenere che si tratti di lead qualificati che avranno sicuramente anche un tasso di conversione più elevato.

Il tuo business su Google Local-3 Pack

Inoltre, il Local SEO può aiutare la tua attività a comparire su Google Local-3 Pack, che è una delle posizioni più ambite quando si tratta di risultati dei motori di ricerca. Cos’è questo Google Local-3 Pack? Eccone un esempio:

google 3packInizialmente, la SERP di Google rispondeva alle ricerche locali mostrando le sette attività commerciali più popolari correlate alla tua ricerca sotto forma di snippet. Si chiamava il Local-7 Pack e presentava gli indirizzi, i numeri di telefono e i collegamenti di direzione a ciascuna di quelle aziende.

Tuttavia, poiché le tendenze di navigazione si sono evolute diventando dominanti sugli smartphone, Google ha ridotto il pacchetto da 7 per includere solo 3 risultati, per offrire una migliore esperienza utente. Per questo ora si chiama il Locale 3-Pack  ed ecco perché una posizione in questa lista è così ambita.

Secondo uno studio di Moz, il 44% delle persone che ha eseguito una ricerca locale ha cliccato su un elenco di local-3 pack, mentre solo l’8% ha scelto di caricare “più opzioni di risultati”. Ciò dimostra che la maggior parte delle persone che cercano elenchi locali trovano ciò che stanno cercando, all’interno delle prime 3 opzioni.

Quindi, ottenere questa posizione nei risultati di ricerca potrebbe portare un’enorme quantità di traffico e potenziali entrate. E questo è ciò che fa un’attività di Local SEO.

 

Le basi del Local SEO

le basi del local seo

Ora che abbiamo dato un’occhiata al Local SEO  e al motivo per cui è importante, vediamo cosa puoi fare per migliorare il SEO locale della tua attività.

La prima cosa da capire è che questo è un SEO per ricerche basate sulla posizione. Ciò significa che un indirizzo fisico o una posizione è un prerequisito da mostrare nei risultati di ricerca locali. Se l’indirizzo della tua attività commerciale non viene aggiornato in Google My Business e in altre directory online, non verrà visualizzato quando un cliente esegue una ricerca “vicino a me” o “in “tipologia attività e località “.

Un’altra cosa che devi assicurarti è che il NAP della tua attività (nome, indirizzo e numero di telefono) sia coerente in tutte le directory online in cui sei visibile. Se ci sono discrepanze, Google molto probabilmente eviterà di elencare la tua attività nel local-3 pack.

Un altro modo per migliorare la SEO locale della tua attività è attraverso le citazioni. Una citazione è quando un sito web di terzi cita la tua attività commerciale come punto di riferimento. Ciò potrebbe contenere il nome, la posizione o le informazioni di contatto della tua attività commerciale. E non richiede un backlink al sito della tua azienda.

Un esempio di citazione potrebbe essere un food-blog che nomina il tuo ristorante come un buon posto dove cenare nella tua  città. Ciò consente a Google di sapere che la tua attività è affidabile e aumenterà le tue probabilità di entrare nell’elenco local-3 pack.

Infine, Google includerà il numero di recensioni che hai quando classifica le attività commerciali locali. Non importa se sono positive o negative. Quindi, se ti capita di riceverne una, ricordati di ringraziare il cliente per aver dato una recensione positiva. Allo stesso tempo, rispondere alle recensioni negative più velocemente ma sempre professionalmente : )

Come impatta il Local SEO sul tuo business?

Se gestisci una piccola impresa, l’ottimizzazione del SEO locale della tua attività può essere estremamente gratificante. Diamo un’occhiata ad alcuni dei vantaggi della SEO locale:

– il local SEO fa si che potenziali clienti a scoprano la tua attività. Molte ricerche locali provengono da persone non locali che sono alla ricerca di un’attività come la tua e, con un’ottima strategia SEO, la tua attività può catturare quel pubblico.

– il local SEO fornisce ai potenziali clienti le informazioni che desiderano e quando lo desiderano. Ad esempio, se il tuo ristorante ha il WiFi gratuito o accetta gli animali domestici, la visualizzazione di tali informazioni nell’ambito del SEO locale attirerà i clienti che cercano proprio queste caratteristiche.

anche se la tua azienda non ha un sito web, la SEO locale può aiutare la tua azienda a spiccare nelle ricerche locali e contribuire a guidare più traffico attraverso i lead online.

– come accennato prima, il 61% delle persone che ha eseguito una ricerca locale ha finito per chiamare l’azienda. L’ottimizzazione della ricerca locale offre ai potenziali clienti ila possibilità di intraprendere questa azione, e questo a sua volta fornisce alla tua azienda lead qualificati che puoi convertire.

– il local SEO aiuta a guidare le decisioni delle persone a favore della tua attività. Più dati hanno sulla tua azienda, più sei affidabile ai loro occhi. Ciò pone una solida base su cui è possibile costruire una relazione con il cliente reciprocamente vantaggiosa.

Ora che sai come il Local SEO può aiutare la tua attività, puoi gestire meglio la tua presenza online e costruire la tua base clienti. Integrare una strategia SEO nel tuo piano marketing non solo darà un boost al tuo Seo locale, ma aumenterà anche la posizione del tuo sito nella classifica organica dei motori di ricerca .

Hai bisogno di supporto per la tua strategia SEO? Pianifica 1 ORA di consulenza gratuita con i nostri esperti SEO

CONTATTACI! 

 

 

Immagine di copertina

<a href=”https://it.freepik.com/foto-vettori-gratuito/tecnologia”>Tecnologia foto creata da creativeart – it.freepik.com</a>

 

Instagram, Facebook, Twitter e Google: le novità digital di agosto

Estate, tempo di vacanze ma non per i big del mondo digital che, anche in queste settimane di agosto hanno continuato a far parlare di se.

Vediamo in dettaglio cosa è successo.

Instagram e i post suggeriti alla fine del feed

instagram-post suggeriti-feed-aroundigital

Due anni fa, Instagram ha introdotto una notifica che consente agli utenti di sapere quando raggiungono la fine del feed, così da evitare la dipendenza da scorrimento all’infinito.

Ora, la società sta facendo un passettino indietro lanciando i post suggeriti. Si tratta di contenuti di persone che ancora non si seguono e personalizzati per interesse.

Questa mossa ha lo scopo di aumentare l’engagement e il tempo trascorso all’interno dell’app, portando gli utenti a fare scroll più a lungo sullo schermo dello smartphone.

La funzione si attiverà solo dopo essere giunti al termine del proprio feed, pertanto è probabile che questa modifica impatterà particolarmente sugli utenti che seguono un numero limitato di persone.

Facebook e la chat unificata di Instagram e Messenger

Facebook, in passato, ha dichiarato la volontà di unificare le piattaforme di messaggistica istantanea della sua famosa famiglia di app e sembra che il lancio ci sarà a breve.

Pochi giorni fa, diversi utenti hanno ricevuto una notifica all’interno dei DM di Instagram che li avvertiva di un nuovo modo per inviare i messaggi sulla piattaforma, parlando di nuove funzionalità, più reazioni emoji e la possibilità dichattare con gli amici che usano Facebook.

Con questo nuovo aggiornamento, la normale icona DM verrà sostituita dal logo di Facebook Messenger. La feature sembra essere ancora in fase di test e non si hanno ancora notizie del roll out a livello globale.

Arrivano gli eventi a pagamento su Facebook

eventi a pagameto facebook

Facebook ha lanciato gli eventi online a pagamento: un nuovo strumento volto a creare nuove opportunità di dialogo con la clientela e di monetizzazione, una soluzione flessibile per creare un evento, trovare un pubblico, addebitare l’accesso e ospitare video dal vivo.

Gli eventi online a pagamento, sono una soluzione che consente ad aziende, creator, artisti, educatori ed editori di organizzare eventi e corsi online a pagamento, trattenendo il ricavato.
Attraverso il nuovo strumento, le aziende potranno creare l’evento, promuoverlo presso i loro follower organici o attraverso annunci su Facebook e ricevere i pagamenti tramite il social e anche creare dei segmenti di audience ad hoc da chi ha seguito un evento o un corso. Gli eventi saranno trasmessi tramite Facebook Live.

Tale funzionalità è stata rilasciata in 20 Paesi, tra cui l’Italia, ed è nata per aiutare le aziende, e tutti i titolari di Pagine Business, a monetizzare sulla piattaforma.

Dato il momento molto delicato, Facebook ha dichiarato che per almeno un anno non tratterrà alcuna percentuale dalle transazioni derivanti dalla vendita di eventi online ed il 100% del guadagno andrà alle aziende e ai creators che li terranno.

Google semplifica la ricerca di lavoro, ricette e prodotti

Compiere una ricerca su Google è probabilmente una delle azioni che più facciamo nell’arco della giornata, che sia per i motivi più futili, come la data di nascita di un attore o cantante, o che sia per un’importante ricerca scolastica o per cercare nuovi annunci lavorativi, “googlare” è la prima cosa che ci viene in mente.

Grazie alle schede attività possiamo anche riprendere la ricerca da dove l’avevamo sospesa, senza essere costretti a rincominciare tutto daccapo e ora Big G per mezzo di un suo consueto post sul blog ha dichiarato la sua intenzione di concentrarsi in particolar modo su tre aree di ricerca: lavoro, ricette e acquisti online.

Alla base di questa decisione probabilmente c’è la consapevolezza di quanto queste siano le categorie di informazioni maggiormente richieste e ricercate dagli utenti, e per questo Google ha convenuto di aggiungere nuove funzionalità che vadano a semplificare i passaggi successivi alla ricerca stessa.

Lavoro

Per rimanere sempre al passo con le nuove opportunità di lavoro oppure per avere sempre a portata d’occhio le posizioni già viste o alle quale ci si è candidati, Google ha pensato di mostrare all’interno della scheda delle attività le nuove e più pertinenti offerte in base all’ultima ricerca effettuata.

Ricette

Per quanto riguarda l’aggiornamento della scheda di attività delle ricette, questo è stato pensato per far visualizzare all’utente le ricette sempre correlate alla ricerca effettuata e che sono state recentemente consultate, di cui verrà fornita anche una piccola anteprima.

Shopping

Nel momento di scelta di un prodotto da acquistare le recensioni e gli articoli in merito aiutano non poco nel processo di acquisto. Ed è così che entra in gioco Google Search che con la nuova scheda attività offre agli utenti la possibilità confrontare tutti i prodotti verso cui hanno mostrato interesse così da poter valutare e ponderare la propria decisione molto più velocemente.

In arrivo Google Search Console Insights Tool per i Content Creator

Il nuovo strumento Search Console Insights permette ai Content Creator di ottenere statistiche sempre aggiornate dedicate ai propri contenuti sul Web.

Grazie a questo tool, tutti coloro che dispongono di un blog saranno in grado di comprendere quali sono i contenuti con rendimento migliore, come si comportano i nuovi articoli e come le persone arrivano sul sito specifico di destinazione. Ma non è tutto, come per Search Console sarà possibile verificare le query principali di atterraggio e molto altro ancora.

Search Console Insights è in beta chiusa ed è disponibile solo per un numero ristretto di utenti che hanno ricevuto un’email ufficiale da parte di Google.

Arrivano i biglietti da visita in Search per i professionisti

La ricerca di personaggi famosi su Google è piuttosto semplice, poiché già in Search è possibile visualizzare una vasta gamma di informazioni verificate. Ma cosa succede se si ricerca qualcuno di sconosciuto?

Se si tratta di un professionista o un artista, è probabile che disponga di un sito Web e sia attivo sui social media. In questo caso, come  è ovvio che sia, le informazioni saranno sparse tra diversi siti Web e l’utente che effettua la ricerca dovrà perdere molto tempo per metterle insieme.

Per risolvere questo problema, Google sta lanciando una nuova funzionalità di biglietto da visita in Search. Come spiega l’azienda in un suo recente annuncio:

“La feature permette di creare un biglietto da visita virtuale, in cui i professionisti potranno mettere in evidenza il sito Web esistente, i profili social sui quali desiderano portare gli utenti e altre informazioni.”

Twitter lancia la sua nuova API ridisegnata

In arrivo una buona notizia per gli sviluppatori che utilizzano l’API di Twitter. L’API v2 della piattaforma è stata lanciata ufficialmente nei giorni scorsi, con quasi un mese di ritardo a causa dell’hacking di luglio.

La nuova API di Twitter è il più grande aggiornamento di questi ultimi 8 anni ed è stata ricostruita da zero per fornire nuove funzionalità più velocemente.

Il feedback degli sviluppatori è stato determinante nella creazione e la nuova API risulta essere più pulita e facile da utilizzare, con funzionalità quali la possibilità di specificare i campi restituiti o di recuperare più Tweet dalle conversazioni all’interno della stessa risposta. Ma non solo, la stessa offre feature molto richieste come i thread di conversazioni, i risultati dei sondaggi, i Tweet bloccati, il filtro antispam e molto altro.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità digital seguici su Facebook, Linkedin e Twitter!

 

 

 

Customer Journey Map: come integrarla nella tua strategia marketing – Parte 2

customer journey map - aroundigital

Nell’articolo precedente abbiamo introdotto il concetto di Customer Journey Map e di come creare una mappa del percorso di acquisto del cliente.

In questo articolo ci focalizzeremo su come integrare una mappa di customer journey nella tua strategia di marketing.

Come migliorare la tua strategia marketing con la Customer Journey Map

1. Cerca gli insight

Nessuna mappa del percorso cliente è completa senza gli insight o le potenziali opportunità di miglioramento, come indicato nella mappa di esempio dell’articolo precedente.  Riunisciti con il tuo team marketing e fai brainstorming sulle opportunità di miglioramento che puoi dedurre dalla mappa.

Non esiste un modo unico per farlo e tutto dipende dalla situazione che hai sulla mappa. Ad esempio, se vedi che un particolare touchpoint ha un tasso di conversione molto inferiore al resto, probabilmente c’è qualcosa che devi sistemare o migliorare. Fai ulteriori ricerche a riguardo e fai  un’ipotesi sul perché non performa. Dopodiché cerca di apportare miglioramenti.

2. Migliora i messaggi pubblicitari 

La motivazione che spinge i tuoi clienti a effettuare un acquisto è un fattore determinante. Se scopri che ciò che i tuoi clienti cercano non è ciò che pubblicizzi, è un chiaro segno che dovresti modificare o migliorare i tuoi messaggi pubblicitari.

3. Focalizza gli interessi 

Se stai facendo content marketing (e se non lo stai facendo te lo consigliamo caldamente) , i risultati delle “Categorie di affinità” potrebbero essere utili. Alcuni utenti possono scoprire il tuo prodotto mentre leggono articoli su argomenti ad esso collegati.  Cerca i dati sulle categorie di affinità cosicché tu possa aggiungere qualche altro argomento al tuo piano di content marketing.

4. Concentrati sui canali ad alta conversione

La mappatura del percorso del cliente consente anche di capire quali canali di marketing funzionano meglio. Guarda quali sono i canali prevalenti nella prima metà del percorso del cliente e scopri perché funzionano meglio.

Da quel momento in poi, hai due opzioni. Puoi provare a fare migliorie nei canali che non ti portano abbastanza clienti o raddoppia gli investimenti in quelli che ti offrono già il ROI migliore.

5. Migliora le conversioni sul sito web

La customer journey map fornisce alcune delle migliori analisi sulle azioni sul sito dei tuoi clienti. Questo ti dà l’opportunità di vedere cosa stanno facendo esattamente i tuoi clienti sul sito web prima che convertano e migliorare l’intero processo.

Questo va ben oltre il semplice miglioramento dei punti di contatto che hai. Puoi anche modificare la tua strategia di conversione sul sito e aggiungere nuovi touchpoint.

Ad esempio, potresti notare che le persone che ricevono omaggi o partecipano a webinar, convertono molto più dei normali visitatori. Puoi iniziare a includere queste risorse di conversione nei popup o nella parte inferiore dei post del tuo blog.

Se il problema è che i tuoi venditori o il tema del supporto clienti  non riescono a tenere il passo con la mole di clienti, potresti aver bisogno di un software di canalizzazione di vendita per automatizzare alcune delle attività e lavorare con carichi maggiori.

Migliora ogni aspetto del tuo business con la Customer Journey Map

Una mappa del percorso del cliente è uno strumento che ti aiuta a visualizzare una grande quantità di dati sui tuoi clienti e il loro percorso verso la conversione.

Crea una mappa che rifletta cosa i tuoi clienti fanno realmente, non quello che pensi stiano facendo. Solo così puoi vedere tutti gli errori che la tua attività compie nell’attirarli verso la conversione. Raccogli continuamente i dati e aggiorna la mappa per vedere come cambia il comportamento del cliente, soprattutto in situazioni insolite come una pandemia.

Non solo. Con una mappa del percorso del cliente puoi migliorare la maggior parte dei processi aziendali che coinvolgono i clienti che intraprendono una serie di azioni verso un obiettivo . Tutto quello che devi fare è impostare un altro frame e seguire  i processi consigliati in questa guida.

In questo modo, puoi migliorare qualsiasi cosa, dall’aumento delle visualizzazioni sul tuo blog alla riduzione della contrazione dei clienti.

Se hai bisogno di supporto strategico e operativo per identificare le tue customer journey map, richiedi 2 ore di consulenza gratuita con i nostri esperti!

 

 

TikTok, Telegram, Messenger: le novità digital della settimana

I protagonisti delle news digital di questa settimana sono TikTok, Telegram e Facebook Messenger.

Vediamo in dettaglio quali sono le novità.

TikTok e il nuovo formato degli annunci interattivi

Dopo l’annuncio del lancio anticipato di Instagram Reels in oltre 50 Paesi, TikTok va al contrattacco e introduce un paio di funzioni interessanti per Creators e Brand.

L’interesse per la gamification su TikTok è nettamente aumentata rispetto allo scorso anno, con una crescente interazione da parte degli utenti della piattaforma.

tiktok-nuovo formato annunci_aroundigital

Per aiutare i brand a sfruttare il crescente interesse degli utenti per la gamification, nei giorni scorsi l’azienda ha annunciato il lancio di Gamified Brand Effect. Con questa nuova feature, gli inserzionisti avranno la possibilità di creare delle campagne di gamification basate su oltre 20 formati diversi, direttamente all’interno della piattaforma pubblicitaria di TikTok.

All’inizio della scorsa settimana, il portavoce di TikToK ha dichiarato quanto segue:

“Ora più che mai, le aziende sono alla ricerca di nuove modalità per entrare in contatto con il proprio pubblico e abbiamo visto un crescente interesse da parte degli inserzionisti nel declinare i propri messaggi aziendali in maniera divertente e adatta alla piattaforma”.

Il Gamified Brand Effect consentirà di utilizzare le espressioni del viso, le posture del corpo e/o altri movimenti per controllare e interagire con gli annunci. Tale feature, che ricorda Lens Web Builder di Snapchat, è stata resa disponibile per tutte le aziende all’inizio di questo mese.

Ancora TikTok: un fondo di 200 milioni per i Creators

Un fondo di 200 milioni per incoraggiare e supportare i Creators nell’utilizzo della piattaforma: è questa l’ultima novità del social più in voga in questo periodo.

Un investimento che verrà distribuito nel corso del prossimo anno solo a chi ha più di 18 anni, risiede negli Stati Uniti ed ha una base minima di follower, e che pubblichi regolarmente contenuti originali in linea con le norme della community.

Dato che migliaia di Creators hanno costruito una vera e propria carriera attraverso partnership, sponsorizzazioni e accordi di rappresentanza con le principali agenzie di talenti, ora TikTok , con il Creator Fund, desidera aiutarne molti altri.

La società non esclude che vi sarà un’estensione anche ad altri Paesi, ovviamente aumentando il budget destinato a tale attività.

Il nuovo interessante aggiornamento di Telegram

La scorsa settimana Telegram ha annunciato un aggiornamento che riguarda nuove funzionalità utili a migliorare l’esperienza dell’utente con la sua piattaforma.

Tra queste troviamo la possibilità di inserire un video del profilo, quindi con un’animazione e non solo con un file statico. Il video viene riprodotto quando si visualizza il profilo, mentre all’interno delle conversazioni verrà visualizzato un solo fotogramma a scelta dell’utente. Con la nuova versione è anche possibile scorrere le precedenti immagini (o video) del profilo e sceglierli rispetto a quello che viene utilizzato in un determinato momento.

video profilo telegram - aroundigital

Anche l’aumento del limite di dimensioni per i file condivisi via app, che passa da 1,5GB a 2GB per qualsiasi tipo di file, è una novità, così come i miglioramenti dedicati alla persone nelle vicinanzefiltro per chatnotifichestatistiche di gruppo e molto altro.

Infine, Telegram ha rilasciato la possibilità di accedere all’app desktop con 3 account appartenenti a diversi numeri di telefono, senza alcuna disconnessione.

L’app Telegram Desktop, a differenza di WhatsApp, non ha bisogno di alcuna connessione attiva al tuo telefono poiché totalmente autosufficiente.

Ora è possibile andare live su Facebook da Messenger Rooms

Al fine di agevolare i suoi utenti nel creare delle dirette sulla piattaforma, la scorsa settimana Facebook ha introdotto la possibilità di trasformare facilmente le chiamate di Messenger Rooms in trasmissioni Live.

Per farlo, sarà sufficiente creare una Room da Facebook o Messenger Web e invitare le persone che si desidera avere nella live. Come amministratore della stanza, si può trasmettere la videochiamata su un profilo, una pagina o in un gruppo, e così facendo, si possono anche invitare altre persone a sintonizzarsi e guardare.

La società ha affermato che potrebbe raccogliere gli audio e video trasmessi ai fini di controllare che seguano gli standard della community.

La nuova funzionalità è attualmente disponibile solo in alcuni Paesi, ma Facebook afferma che presto verrà rilasciata a livello globale anche per app mobile.

Hai bisogno di supporto strategico operativo per far crescere il tuo business online? Richiedi 2 ore di consulenza gratuita!

 

Immagine TikTok: <a href=”https://it.freepik.com/vettori/tecnologia”>Tecnologia vettore creata da freepik – it.freepik.com</a>