Retail online ultime tendenze: il trionfo del mobile

 In eCommerce

Nel corso degli anni il retail ha subìto notevoli cambiamenti andando a modificare sensibilmente il concetto stesso di vendita e di attività imprenditoriale.

Le ultime tendenze del retail stanno orientando le vendite sempre più al consumatore finale ed alla personalizzazione del servizio.

Ma prima di analizzare le ultime tendenze, spieghiamo all’ “uomo della strada” il significato del termine Retail.

Cos’è il Retail

Retail è un termine inglese, che significa banalmente “vendita al dettaglio”, cioè la vendita di prodotti al consumatore finale tramite un negozio o una rete di punti vendita organizzata.

Il commercio al dettaglio è l’ultimo step della catena di distribuzione dei prodotti ed è gestita dai retailers.

venditori al dettaglio acquistano direttamente dai produttori, distributori o grossisti la merce in grosse quantità, vendendola in seguito in negozi fisici o online al consumatore finale, applicando un prezzo rialzato in modo da poterne trarre profitto.

La vendita al dettaglio può poi avvenire attraverso diversi canali, come negozi fisici, e-Ecommerce o tramite consegna a domicilio (home delivery).

Retail Online: le ultime tendenze

Ma concentriamoci sul Retail online, che interessa direttamente l’attività di Aroundigital.

Ti proponiamo l’interessante analisi proposta da comScore sui maggiori trend nel retail, che prende a campione 5 Paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) partendo dalla ricerca 2017 Global Mobile Report.

Retail online ultime tendenze

Dal grafico emerge come l’Europa, insieme accanto solo il Nord America, sia il continente più coinvolto dalla penetrazione del retail online.

Tra il 2016 e il 2017, ultimi anni coperti dall’indagine, la reach del retail è aumentata in tutti i paesi EU5.

Gli utenti del Regno Unito e della Germania sono i più attivi, con all’attivo oltre 5 ore al mese sui siti retail.

Seguono la Francia, con un distacco di oltre 100 minuti, la Spagna con 3 ore e la nostra Italia con 2 1/2.

Retail: mobile o desktop?

Regno Unito, Spagna e Italia accedono preferibilmente da mobile mentre Germania e Francia da desktop.

In tutti e 5 i paesi emerge che più di 1/3 dei consumatori accede ai siti di retail sia da desktop che da mobile.

In Italia vince il mobile

Ma sono soprattutto gli italiani a preferire il mobile al desktop.

Nel Belpaese l’acquisto di prodotti e servizi via smartphone raggiunge il 21% in più rispetto a novembre 2016, mentre la ricerca di un negozio fisico del 16%, la comparazione dei prezzi del 14% e la creazione di shopping list del 12%.

Gli utenti italiani prediligono: Amazon.it – che ha il predominio in tutta Europa – seguito da ebay.it e al terzo posto Eprice.it.

Cosa si compra online?

Le categorie di abbigliamento ed elettronica vanno per la maggiore in tutta Europa, con l’eccezione del Regno Unito, che predilige il food grazie a Tesco, il maggior retailer nel settore, e l’abbigliamento.

Non se la cavano male neanche l’arredamento, l’elettronica – computer e software – e i libri.

Il mobile è il futuro del retail

I dispositivi mobili diventeranno senza ombra di dubbio sempre più importanti nelle strategie di marketing dei retailers.

Il mobile è sempre di più un’estensione del punto vendita, un concetto che sta imponendo ai retailers di rafforzare la loro presenza sulle piattaforme mobili in una logica omnichannel e seamless, senza alcuna soluzione di continuità tra on e offline.

Post recenti
Contact Us

Non siamo online in questo momento. Lasciaci un messaggio e sarà nostra cura metterci in contatto con te al più presto.

Amazon accelera le consegne e punta a diventare banca