Amazon accelera le consegne e punta a diventare banca

 In eCommerce

Otto anni fa, nel novembre 2010, anche in Italia approdava il sito Amazon.it, che nasceva nel 1994 in un garage di Bellevue, nello stato di Washington.

Come nasce Amazon

La start up per vendere e spedire libri negli Stati Uniti crebbe a tempo di record, raggiungendo la quota di diecimila dollari di investimenti nel 1997.

Il fondatore, Jeff Bezos, ha sceltoAmazon come nome per il suo progetto, perché è la prima lettera dell’alfabeto e doveva essere conosciuto e facilmente ricordato. Quindi, ha aperto il vocabolario e ha cominciato a sfogliare le pagine fino alla A di Amazon, il fiume del Brasile, un nome esotico e che tutti conoscono.

Sono i genitori ad affidare a Bezos i primi 300mila dollari  – i risparmi di una vita…. – ma da qui ai 177,8 miliardi di strada ne è stata fatta e tanta, come dimostrano le ultime novità…

“Consegna oggi” – Amazon accelera le spedizioni

Amazon ha deciso di offrire ai propri clienti Prime un nuovo servizio: “Consegna oggi”, al momento disponibile su più di un milione di prodotti, solo a Milano, che prevede la consegna in giornata.

Un bel regalo pensato probabilmente per giustificare l’aumento dell’abbonamento a 36€ annuali per i clienti Prime.

Con Prime, potrai ordinare un prodotto in mattinata e riceverlo entro sera.

Ma c’è un limite: “Consegna oggi” sarà valido solo per gli ordini superiori ai 29 euro o per gli ordini inferiori a questa cifra, con un costo di 6.99€ per i clienti Prime e di 8.99€ per i non abbonati.

Il servizio è disponibile soltanto dal lunedì al venerdì ed è valido solo per gli ordini completati entro l’orario indicato nella pagina del prodotto (in linea di massima entro le 13).

Anche la fascia di consegna è limitata, tra le 18.30 e le 21.30.

I prodotti coperti dal servizio sono raggiungibili attraverso il filtro “consegna oggi”.

Amazon diventa banca

Amazon funge già un po’ da banca, in quanto concede dei prestiti alle imprese che vendono i loro prodotti sulla piattaforma, senza fargli fare alcuna pratica istruttoria.

La divisione Lending è arrivata ad avere un giro di affari di 3 milioni di dollari e potrebbe essere solo l’inizio…

Sono in corso, infatti, trattative tra Amazon e alcuni colossi di credito negli Stati Uniti come Jp Morgan e Capital One, allo scopo di mettere a punto un prodotto simile a un conto corrente come si trova appunto in qualsiasi banca.

In realtà, Amazon sta pensando a un metodo alternativo, rivolto più che altro al target dei giovani che solitamente tendono a stare più lontani possibili da una banca.

Che sia l’inizio di una nuova era per la società di Jeff Bezos?

Recent Posts
Contact Us

Non siamo online in questo momento. Lasciaci un messaggio e sarà nostra cura metterci in contatto con te al più presto.

Ecommerce: le vendite online spingono la ripresaRetail online ultime tendenze: il trionfo del mobile