8 tool per il content marketing: come rendere perfetto ogni tuo post

 In Conversion Rate Optimization, eCommerce, Marketing Digitale

There is no a digital strategy, just strategy in a digital world.

Abbiamo scritto nell’articolo su come 5 grandi brand utilizzano le nuove regole del content marketing che il content marketing è oggi – con buona probabilità – l’arma più efficace di digital marketing per vincere la battaglia dell’incremento del conversione rate e la guerra del miglioramento del ROI.

Un sondaggio di Curata, piattaforma che aiuta i brand a rendere scalabile la produzione di content, ha evidenziato come il 60% delle aziende americane intervistate ha pianificato nel 2016 l’assunzione di una figura responsabile della strategia dei contenuti editoriali.

Saxoprint ha realizzato un’infografica che sottolinea questo dato: secondo “Marketing Budgets Report” nel 2015 le aziende hanno investito il 73% in più rispetto al 2014 proprio in attività di content marketing.

Abbiamo anche analizzato i 7 peccati capitali del content marketing e abbiamo spiegato come intervenire per realizzare ed ottimizzare un buon piano editoriale.

Ti spieghiamo in questo articolo i 10 migliori tool per il content marketing in ottica della realizzazione di un piano editoriale efficace e di ottimizzazione di ogni post del blog collegato al tuo e-commerce al fine di incrementare il tuo conversion rate.

8 tool per il content marketing: come rendere perfetto ogni tuo post.

1] Trovare immagini straordinarie (gratis)

Le immagini giocano un ruolo fondamentale nel web perché permettono in maniera più rapida ed efficace di richiamare l’attenzione della tua audience.

Quando condividi un articolo sui social network che presidi, hai pochi secondi per catturare l’attenzione del tuo pubblico che scorre distrattamente la propria “home”.

Una foto di grande qualità influenza fortemente il CTR del tuo articolo e fa la differenza per guadagnarsi il click di un utente che – certamente – ha poi bisogno di un contenuto di grande qualità per rimanere.

Unsplash è un database gratuito che raccoglie più di 50.000 immagini pronte all’uso; non è richiesta la registrazione e le foto sono davvero di grande qualità.

8-tool-content-marketing


2] Comprimere le immagini

Immagini molto belle e definite possono essere talvolta altrettanto pesanti.

La velocità di un sito è uno dei fattori determinanti per un buon posizionamento SEO e – se scrivi articoli per il tuo blog – sai perfettamente come le foto possano influenzare il caricamento della pagina.

Attraverso Compressor.io potrai ridurre del 90% il peso di un’immagine senza intaccare la qualità; basta semplicemente caricare la tua foto all’interno della piattaforma e scaricarla perfettamente ottimizzata.

Oltre a non perdere qualità non perderai neanche pixel: la foto rimane dunque invariata, viene semplicemente alleggerita.

comprimere-foto-blog


3] Monitorare i competitor

Se scrivi un articolo è perché hai un piano editoriale.
E se hai un piano editoriale è perché vuoi competere sulle keyword migliori per il tuo mercato di riferimento o su keyword più specifiche – le cosiddette long-tail keyword – che sommate portano traffico di qualità e sono più facili da scalare.

Abbiamo scritto sui 10 migliori strumenti per individuare le long tail keyword: è altrettanto utile scoprire le fonti principali di traffico dei tuoi competitor, quali sono i referral più potenti e le loro top keyword organiche e a pagamento.

SimilarWeb è un’incredibile risorsa di “spionaggio” e di analisi dei competitor per intercettare questo tipo di informazioni.


4] Ottimizzare SEO

Ottimizzare lo snippet di Google – attraverso i meta tag – ti permetterà non solo di posizionarvi meglio in SERP di Google ma anche di incrementare il CTR della tua pagina.

Yoast ti permetterà di ottimizzare meta title e meta description del tuo articolo in relazione ad una keyword, di ottimizzare la url del post, ti mostra utili consigli per perfezionare il contenuto della pagina ad esempio facendoti evitare keyword stuffing e creare lo snippet di visualizzazione sui principali social network.

10-migliori-plugin-wordpress


5] Arricchire il tuo database per l’invio di Newsletter

Quando scrivi un contenuto solitamente lo condividi sui social network collegati alla tua azienda.

Anche l’invio di una newsletter dedicata è una mossa vincente: veicola traffico di qualità, veramente interessato ai tuoi post e che convertirà maggiormente in una vendita o in una iscrizione ad un servizio.

Inserire un pop-up che permette ai tuoi utenti di iscriversi alla newsletter aumenta del 600% il tuo database a patto che sia progettato per essere poco invasivo e che non impedisca la fruizione del contenuto che stanno leggendo; interrompere la lettura infatti incrementa in modo sostanziale il bounce rate della pagina.

Sumo.Me, tra le altre funzioni, permette di installare un form di raccolta dei lead in modo semplice, efficace e senza impedire ai tuoi utenti di continuare la lettura anche da mobile.


6] Fare una SEO Audit

Se il tuo blog è ricco di articoli potrebbe essere molto difficile analizzare quali siano quelli perfettamente ottimizzati e in quali invece hai commesso degli errori o che addirittura non sono più raggiungili a causa di link rotti.

Grazie a Screaming Frog potrai facilmente analizzare link rotti, meta tag mancanti o – se esistenti – troppo lunghi, pagine duplicate, redirect 301 implementati correttamente e molto altro.

Davvero uno strumento utile per ottimizzare tutti i tuoi post precedenti e per cogliere l’occasione di aggiornarli e veicolare ancora più traffico.


7] Ottimizzare il titolo del post

Come abbiamo detto al punto #4, ottimizzare lo snippet aumenterà il CTR dell’annuncio.

L’80% della battaglia te la giochi con il titolo: più è coinvolgente più probabilità hai di guadagnarti il click dell’utente.

Con CoSchedule.com potrai valutare l’efficacia del tuo titolo e seguire i suggerimenti per correggerlo, analizzandolo dal punto di vista emozionale e dell’originalità.

come-scrivere-titolo-post-blog


8] Monitorare i progressi in SERP per le tue parole chiave

Come scoprire i progressi fatti con l’implementazione della strategia di content marketing?

What’s My Serp ti permette di monitorare gli incrementi in SERP di Goole per le prime 25 parole chiave su cui competi; puoi anche analizzare la quantità e la qualità dei tuoi backlink e quelli dei tuoi competitori.

L’accuratezza non è al livello di SEMRush, ma è gratis ed efficace. Una buona alternativa.


Grazie a questi 8 strumenti potrai rendere ancora più ottimizzato il tuo piano editoriale e la scrittura dei post.
Il content marketing ti aiuterà a incrementare il posizionamento in SERP, a veicolare traffico organico sulle tue pagine e ad aumentare le conversioni del tuo sito web o e-commerce sia che si trattino di vendite che di impressioni da monetizzare.

Se avete bisogno di una audit più specifico e di un’analisi sullo stato del vostro piano di content marketing, compilate questo form.

Verrete contattati in 24 ore e avrete a disposizione un digital business audit gratuito della durata di 2 ore per creare insieme la strategia di digital marketing per il vostro sito web.

Recent Posts
Contact Us

Non siamo online in questo momento. Lasciaci un messaggio e sarà nostra cura metterci in contatto con te al più presto.

10-funzioni-nascoste-facebookPorsche Italia su Instagram: focus sulla storia della Porsche 718