Come se la passano i social network in Italia?

Prendiamo la ricerca Total Digital Audience fornita da Audiweb e Nielsen – e ripresa da varie testate, compresa Wired Italia – che comprende gli accessi ai social media fatti da fisso e da mobile, epurando i numeri dalle sovrapposizioni.

Facebook

Facebook negli ultimi due anni ha perso utenti fidelizzati ma è normale se consideriamo che si tratta del social più utilizzato da tutta la popolazione mondiale.
Ci si passa una media di 12 ore al giorno.

La posizione di Facebook è, quindi, attestata anche se gli ultimi risultati sull’utilizzo delle reactions suonano come un pollice verso.
Il 93% delle interazioni sono ancora semplici Like; se la cava il tasto Love con un misero 4,6%.

Instagram

Instagram cresce del 14% rispetto al 2014: con 8 milioni di utenti, supera i 6,4 milioni di utenti attivi.

Il popolare social network otterrà sicuramente maggiore successo ora che sta per cambiare il modo in cui gli utenti visualizzeranno le notifiche sul loro profilo: queste non appariranno più in ordine cronologico, bensì in ordine di interesse.
I feed verranno ordinati in modo da mostrare quello che interessa maggiormente e gli utenti saranno costantemente informati su quello che accade negli account che seguono di più.

In questo modo Instagram, che ha ancora un ordine cronologico per la visualizzazione dei contenuti, si avvicina a Twitter e Facebook, i quali hanno già adottato un algoritmo che risponde agli interessi degli utenti.

Twitter

Twitter è in calo del 28%.

Ma ci sono buone notizie per gli inserzionisti in quanto la piattaforma ha reso disponibile anche in Italia First View, il nuovo formato pubblicitario del social che permette ai brand di moltiplicare l’impatto e la visibilità dei loro video, lanciato a inizio 2016 .
Con First View, i brand possono aumentare la portata delle loro campagne beneficiando di un posizionamento pubblicitario esclusivo per circa 24 ore.

Google +

Google + resta il secondo social media ma perde il 22% di accessi.

E del resto, lo sviluppo di Google + non sembra più essere una priorità per Google.

Snapchat

E’ in aumento l’utilizzo di Snapchat, il social ibrido tra instant messenger e social media, al quale il popolo del web dedica circa 2,5 ore al giorno contro le 12 dedicate a Facebook.

Snapchat, nata 4 anni fa, ha 200 milioni di utenti nel mondo, il 60% ha tra e 13 e 24 anni, 7 su 10 sono donne.

Nel 2015 ha addirittura battuto Facebook nella fascia d’età tra i 13 e i 17 anni.

Anche in Italia, il 28% degli adolescenti lo usa ogni giorno.

I vantaggi? E’ veloce, immediata e si può sempre verificare chi visita il tuo profilo.

Social in crescita

Crescono sia Tumblr -+20% -, sia Pinterest – +15% – mentre LinkedIn perde il 16% di audience.

 

Sono dati importanti che attestano la posizione di Facebook ma che aprono nuovi scenari possibili di business.